Campania, De Luca: Entro fine anno fuori dal commissariamento

110
foto di Massimo Pica

“La mia intenzione, se tutto va bene e se ci liberiamo del debito passato, è quella di avviare la richiesta di fuoriuscita dal commissariamento entro il 2018”. A dirlo a Salerno il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, parlando della sanità regionale, di cui, dal luglio dello scorso anno, è commissario di governo per attuare il piano di rientro dal disavanzo sanitario, a quattro mesi dalle dimissioni del suo predecessore, Joseph Polimeni. Per concludere l’iter, sono necessarie le verifiche da parte dei ministeri dell’Economia e della Salute, ma, spiega De Luca, “già per fine anno, per il livello dei Lea (livelli essenziali di assistenza, ndr) raggiunto, per la situazione finanziaria, per il superamento delle emergenze piu’ gravi che avevamo, siamo in condizione di chiedere che la nostra regione esca da questa condizione umiliante di essere commissariata”. Il governatore, poi, avverte: “Non ci fa nessun regalo nessuno. Abbiamo tutte le ragioni per chiedere di essere sottratti a questo meccanismo umiliante di controllo trimestrale che dobbiamo andare a fare a Roma”.