Campania, De Luca: In attesa che si muova lo Stato, anticipiamo alle Pmi prestiti fino a 35 mila euro

483
in foto Vincenzo De Luca durante la diretta Facebook

“Abbiamo preso una misura importante per almeno 500 piccole imprese. Siccome contributi dallo Stato non arrivano e il credito dalle banche non arriva, noi con i Confidi investiamo 4 mln per anticipare prestiti fino a 35mila euro in attesa di quelli dello Stato o delle banche. Se arriva in questi mesi, quello che concediamo si estingue. Altrimenti il prestito avrà durata tre anni a tasso di mercato”. Lo ha dichiarato il governatore Vincenzo De Luca nella consueta diretta social del venerdì.

Il 12 gennaio esercitazione generale per la vaccinazione

“Il 12 gennaio faremo un’esercitazione generale in Campania per il vaccino ha tra l’altro detto De Luca -. Dovrà essere pronto tutto, luoghi, medici, task force per le rsa”. Lo ha annunciato il governatore della Campania Vincenzo De Luca su Facebook. “Andremo in giro – ha detto – per verificare che tutto sia in ordine, deve essere un’operazione quasi militare, dovranno essere ponti congelatori, medici, infermieri, spazi, trasporto e uso in due ore dallo scongelamento dei vaccini, deve essere una macchina perfetta. Intanto aspettiamo i tempi di consegna del vaccino non ancora definiti. Prima ci dicevano che i congelatori li avrebbe dati il commissariato nazionale, tre giorni fa ci hanno detto che ce la dobbiamo vedere per fatti nostri, lo immaginavamo e abbiamo completato la preparazione dei congelatori per il 95% delle nostre esigenze. Cercheremo di avere anche noi il 27 dicembre delle vaccinazioni simboliche in Campania, se ci fanno la grazia di mandarci i vaccini. Intanto ci prepariamo per vaccinare la popolazione, servono spazi adatti”. De Luca è anche tornato sulla sua critica al governo per i 135.000 vaccini assegnati alla Campania nella prima tranche della vaccinazione per il personale sanitario: “Un cristiano normale – ha detto – si aspetta una distribuzione proporzionale rispetto alla popolazione, ma non è così. Apprendiamo di una distribuzione avvenuta sulla base di criteri misteriosi, ma noi andiamo avanti sulla nostra programmazione e abbiamo deciso di non falsificare o gonfiare i dati del fabbisogno”.

Niente mobilità per i comuni sotto i 5mila abitanti
“In Campania seguiamo la strada del massimo rigore per riaprire tutto e per sempre – ha affermato il Governatore -. Non ci sarà mobilità per comuni sotto i 5mila abitanti, ci sarà una ordinanza che lo vieta. Altre ordinanze avranno il compito di contrastare la vendita e il consumo di alcolici in pubblico. Abbiamo retto l’onda del contagio degli scorsi mesi, abbiamo preso misure di guerra per il nostro sistema sanitario, ma abbiamo retto. Questo è stato possibile anche grazie alcune misure che abbiamo preso: ad agosto abbiamo fatto filtro per chi rientrava in Campania dalle vacanze, abbiamo chiuso le scuole un mese prima rispetto la decisione nazionale e abbiamo preso misure prima rispetto agli altri e ci hanno consentito di salvarci”. Così Vincenzo De Luca, governatore della Campania, durante la consueta diretta Facebook settimanale. (Rec/Dire) 15:42 18-12-20 NNNN

Recovery fund, battaglia con tutti i Governatori del Sud
“Faremo una battaglia con gli altri colleghi presidenti di Regione del Sud per avere l’erogazione di fondi europei in maniera corretta. Cercheremo di mettere in piedi un fronte meridionale per impedire un furto di decine di miliardi di euro a danno del Sud”, ha detto ancora De Luca durante la diretta Facebook.”La prima ipotesi di distribuzione delle risorse fatta dal Governo – ha affermato – è totalmente inaccettabile”.”Per quanto riguarda le risorse a fondo perduto, 65 miliardi di euro – ha sottolineato – il Governo ipotizza di dare al Nord il 66% e al Sud il 34%”.

Approvato un grande progetto per la cultura nella regione
“Cento milioni di euro per avviare le progettazioni esecutive per utilizzare i fondi europei, sia straordinari che Por 2021-27. Abbiamo approvato un grande progetto sulla cultura: saranno trasmessi sui siti della Regione una serie di spettacoli promossi dalle nostre aziende, finanziati dalle Regione. Ci sono decine di eventi che potranno essere seguiti nei nostri siti. Questo servirà ad alleggerire periodo che sarà completamente diverso” ha affermato. E poi: “Abbiamo avviato una battaglia per Procida capitale europea della cultura il prossimo anno”.