Campania, il nuovo difensore civico: Pubblia Amministrazione al servizio del cittadino

54
in foto Giuseppe Fortunato

“Nella Pubblica Amministrazione c’è bisogno di giustizia, gentilezza e meritocrazia. Dal 14 luglio sono all’opera come Difensore Civico della Regione Campania improntando le mie attivita’ a tali valori e proseguirò in tal senso”. Lo ha detto Giuseppe Fortunato, difensore civico della Regione Campania e Garante per il diritto alla salute, in occasione della conferenza stampa per presentare, come egli stesso ha affermato, “il rendiconto delle mie attivita’”. Tutti i 550 Comuni campani sono stati invitati a “tutelare i dati dei cittadini, anche nominando correttamente il ‘Data Protection Officer’, assicurando la migliore scelta comparativa del nominato e l’indipendenza, i mezzi necessari e la permanente formazione. Allo stesso modo, Fortunato ha diffidato i Comuni a “nominare correttamente il Comitato Unico di Garanzia che, fra l’altro, garantisce benessere nei luoghi di lavoro e contrasta ogni discriminazione. E’ stata, inoltre, sollecitata la nomina dei Difensori Civici laddove tale figura e’ obbligatoria, “per favorirne la presenza sui territori e facilitarne l’accesso da parte dei cittadini che, se residenti in altri Comuni, non devono essere costretti a venire presso il Difensore Civico, a Napoli. Tutti i ricorsi dei cittadini “sono stati affrontati nelle forme peculiari necessarie secondo la situazione”. In qualche caso il Difensore Civico campano ha avviato le procedure in via sostitutiva dell’amministrazione inerte perche’ il cittadino ottenga cio’ a cui ha diritto. “Con un lavoro intenso degli Uffici – ha sottolineato – abbiamo costruito nuove procedure improntate ai piu’ avanzati modelli e abbiamo gia’ utilizzato la nuova modulistica improntata ad azione concreta”. Tra le funzioni del difensore civico anche quella di Garante del diritto alla salute e “sono stati affrontati tutti i casi emersi sia da ricorsi sia da documentate informazioni dalla stampa”. Sempre in campo sanitario, “sara’ dedicata attenzione ai Pronto Soccorso per la difesa dei pazienti e degli operatori”.