Campania Express, tariffe aumentate e fermate a rischio. Operatori turistici sorrentini sul piede di guerra

93
Operatori turistici della Penisola Sorrentina sul piede di guerra contro la Regione Campania. In una lettera indirizzata al presidente De Luca si esprima la “forte protesta per l’aumento delle tariffe del Campania Express e la possibile cancellazione delle fermate in alcuni Comuni della Penisola”. “Non è assolutamente il momento di aumentare tali tariffe alla vigilia di una stagione turistica che dopo due anni disastrosi va incentivata e non certo zavorrata di ulteriori costi per i turisti – scrivono i rappresentanti delle associazioni del turismo -. Sarebbe stato poi opportuno che Eav prima di questa decisione si fosse consultata con gli operatori del settore in considerazione del fatto che Campania Express è una linea turistica”. Quanto all’ipotesi di cancellazione delle fermate del Campania Express in alcuni Comuni della Penisola Sorrentina, si tratta di “una decisione che colpirebbe profondamente la logica del comprensorio sorrentino”.
Infine è stato chiesto al Presidente De Luca di intervenire per accelerare l’incontro tra i rappresentanti delle associazioni della filiera turistica, gli assessori al Turismo dei Comuni della Penisola Sorrentina e il presidente della Commissione Trasporti della Regione Campania Luca Cascone “per avviare un immediato confronto finalizzato a individuare iniziative di breve, medio e lungo periodo per affrontare il problema della accessibilità in Penisola Sorrentina, grande priorità del territorio”.Le associazioni della filiera turistica hanno inoltre sollecitato i rappresentanti istituzionali locali mobilitarsi “per dare forza a questa richiesta”. La lettera è firmata da Sergio Fedele, Presidente Atex Campania; Mario Colonna, Delegato Turismo Macroarea Aicast Penisola Sorrentina; Mauro Di Maio, Presidente Chiavi D’Oro Faipa; Giovanni Rosina,
Associazione Charter Campania; Vincenzo Ercolano, Presidente Confcommercio Sorrento; Gianluca Di Carmine, Presidente Confcommercio Piano; Fabio Colucci,
Presidente Club dei 500; Annamaria Staiano, Associazione Italiana Housekeeper.