Campania, gli emigrati sono un esercito e la Consulta lancia l’allarme

586

“Sono 6 milioni i campani all’estero, dal Sud Africa all’Australia, dal Sud al Nord America all’Europa: c’è un’altra Campania fuori dalla Campania che non possiamo dimenticare”. Così Antonella Ciaramella, consigliera della regione Campania e componente della Consulta regionale per l’emigrazione, a margine dell’assemblea della Consulta alla Stazione marittima di Napoli. All’incontro i rappresentanti delle comunità campane all’estero, provenienti da diversi Paesi, insieme ad una delegazione di giovani che vivono all’estero, ha discusso de “La nuova mobilità dalla Campania – emigrazione giovanile. Turismo di ritorno”. C’è un altro fenomeno – sottolinea Ciaramella – “al quale dobbiamo dare grande attenzione, la nuova migrazione: i nostri giovani e meno giovani che partono dalla Campania di nuovo numerosi, è la parte più forte che va via. Non dico – prosegue – che non debbano partire, perché il viaggio, la scoperta, le esperienze all’estero possono essere un investimento”. Per esserlo a tutti gli effetti, però, “deve esserci un ritorno e deve essere la scelta su se andare o restare. Quando diventa un obbligo – conclude – hanno fallito la politica, l’Italia, la Campania”.