Campania in attesa di 1,8 mld di fondi Ue, Caldoro: Il governo dia quanto promesso

45

Prima di chiedere all’Europa che tolga dal Patto di stabilità il tasso di cofinanziamento facciamo in modo che il governo ci dia quello che aveva promesso, ovvero Prima di chiedere all’Europa che tolga dal Patto di stabilità il tasso di cofinanziamento facciamo in modo che il governo ci dia quello che aveva promesso, ovvero 1 miliardo più 800 milioni per allentare il patto sul cofinanziamento dei fondi strutturali. Altrimenti il rischio non è non raggiungere gli obiettivi, semmai è quello che non potendo spendere non possiamo far andare avanti le opere dei programmi comunitari”. Queste le parole pronunciate dal governatore campano Stefano Caldoro, a margine dell’Assemblea europea delle Pmi in corso a Napoli. “Oggi Campania, Sicilia, Calabria, potrebbero avere il blocco delle risorse, correndo il rischio di non poter completare i programmi. Con il ministro Barca avemmo 1,8 miliardi, questo governo, ed è già un fatto positivo, ha confermato 1 miliardo, speriamo di poter avere almeno un’altro miliardo per tentare di risolvere almeno i problemi più immediati. Inoltre speriamo che l’Europa dia questa maggiore flessibilità. Il Sud d’Europa – prosegue Caldoro – deve continuare ad investire ed essere un territorio che attrae, ma per attrarre serve maggiore facilità nell’aprire le imprese, togliendo tutta la burocrazia in eccesso, uniformando invece le regole in tutta la comunità europea”.