Campania Libri, dal 29 settembre il Festival della Lettura e dell’Ascolto: al via con Pamuk, Comencini e Gassman

269
in foto Orhan Pamuk

Al via il nuovo Campania Libri-Festival della Lettura e dell’Ascolto a Napoli dal 29 settembre al 2 ottobre negli spazi di Palazzo Reale e della Biblioteca Nazionale; tra gli ospiti del festival, dedicato alla memoria di Raffaele La Capria, il Premio Nobel Orhan Pamuk. Più di 160 eventi a ingresso gratuito su prenotazione, 90 editori coinvolti, 70 stand e 28 laboratori, presentazioni di novità editoriali, incontri con artisti, convegni, laboratori performativi, lezioni mirate e inediti percorsi tematici, in programma. Finanziata dalla Regione Campania, la rassegna, che è organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Alessandro Barbano e diretta da Ruggero Cappuccio e dalla Fondazione Guida alla Cultura presieduta da Diego Guida. La cura editoriale del nuovo evento è stata affidata al filosofo e docente universitario Massimo Adinolfi. Una scelta che assume un importante significato, a testimoniare la naturale multidisciplinarità della cultura e del Campania Libri in particolare. Un Festival che ha per tema “l’esercizio di ascolto e di lettura a cui ci invita il libro” e le modalità presenti e future di fruizione, riproposizione e attenzione dell’oggetto libro. Per “prestare o dare ascolto, rivolgersi a ciò che merita o cattura attenzione, fare esercizio di sensibilità e rispetto, ma anche cercare nei suoni, nelle voci, nei rumori il ritmo stesso della vita e il respiro della parola”, come scrive nel Manifesto programmatico lo stesso Adinolfi.

 

in foto Cristina Comencini


Gli appuntamenti della prima giornata
 

Ore 10:00 – 11:15 / Spazio Colapesce (Palazzo Reale)

Riferimento Scuola

Laboratorio sulla creatività

A cura di Associazione Riferimento Scuola. Con i partecipanti al laboratorio, Riferimento Scuola proporrà un’incursione nella fantasia di chi legge, un viaggio verso l’isola che non c’è del nostro immaginario.

 

Ore 10:30-11:45 / Spazio Sibilla (Palazzo Reale)

L’arte dell’esperienza

Premio Elsa Morante spin off

Incontro con Marco Bonini, autore di L’arte dell’esperienza (La Nave di Teseo). Con Tjuna Notarbartolo e Antonio Parlati, una riflessione sulla funzione pubblica dell’attore, ossia sull’importanza della rappresentazione dell’esperienza umana. 

 

Ore 10:30-12:30 / Sala Rari (Biblioteca Nazionale)

…chi va e chi resta (tra le parole)

La grammatica della Generazione Z

Laboratorio a cura di Istituto Treccani Diretto da Fabio Ruggiano. L’insegnamento della lingua come può adeguarsi a questi cambiamenti? Fabio Ruggiano, docente di linguistica italiana, proverà a mostrare come questi cambiamenti debbano essere accolti o rifiutati, consapevolmente, e non trascurati o accettati passivamente.

 

Ore 10:30-12:30 / Teatro di Corte (Palazzo Reale)

Premiazione Adotta un filosofo + uno scienziato

Con Massimo Adinolfi, Paolo Massarotti, l’edizione 2022 del progetto formativo rivolto alle scuole secondarie superiori che la Fondazione Campania dei Festival dedica alla filosofia, ideato da Massimo Adinolfi, ha chiamato a raccolta, oltre ai filosofi, anche gli scienziati: è nato così Adotta un filosofo + uno scienziato, per la cura di Massimo Adinolfi e Paolo Massarotti. Dopo le lezioni, i partecipanti hanno prodotto elaborati, con i quali esprimere liberamente il loro punto di vista sul tema affrontato: “L’anima e la techne”. Non solo saggi, ma anche video, testi ludici, creativi, musicali, figurativi. I curatori del progetto hanno quindi selezionato gli elaborati maggiormente meritevoli di attenzione, che saranno premiati e, per l’occasione, presentati al pubblico.

 

Ore 10:30-12:30 / Spazio Sirena (Palazzo Reale)

…voci (giovanissime) dal mondo

Laboratorio Philosophy for Children – I

L’ovvio non è mai banale. Fare filosofia da giovanissimi

A cura di Associazione Giganti in Collina, conduce Davide Grossi; con i giovani del progetto Sedici Modi di Dire Ciao, in collaborazione con Giffoni Experience. Secondo un vecchio adagio non si dovrebbe far filosofia prima dell’età adulta. Ma è davvero così? O non vi è una smania di conoscenza, una forza del domandare irripetibile nei bambini? 

 

Ore 11:30-12:45 / Spazio Colapesce (Palazzo Reale)

Riferimento Scuola

Investire sui giovani: per un’economia sostenibile

A cura di redazione giornalistica di Economy Group, in collaborazione con Associazione Riferimento Scuola. Un laboratorio di giornalismo su cui si riflette sul perché la professione giornalistica è, tra tutte, quella forse più sollecitata dai cambiamenti della sfera pubblica, dall’accelerazione tecnologica, dall’esplosione dei nuovi media. 

 

Ore 12:00-13:15 / Spazio Sibilla (Palazzo Reale)

…chi va e chi resta

“Il tuo appuntamento oggi è con un demone di pietra”

Incontro con Silvio Perrella, autore di Petraio (La nave di Teseo), con Chiara De Caprio. L’Autore s’avventura con il passo e lo sguardo di chi sa sorprendersi ad ogni dettaglio: teorie di scale che s’attorcigliano, “balconi, terrazzi, terrazzini, altane, finestre, abbaini”. 

 

Ore 12:45-14:00 / Sala Rari (Biblioteca Nazionale)

…le parole dell’altro

Dal libro alla voce

Incontro con Flavia Gentili e Paolo Girella, a cura di Emons Audiolibri. Flavia Gentili e Paolo Girella, registi della Emons Audiolibri, dialogheranno sulla loro esperienza di regia, lettura e registrazione in sala. 

 

Ore 13:00-14:15 / Spazio Colapesce (Palazzo Reale)

Riferimento Scuola

Sport e sana alimentazione. Ascoltiamo il nostro corpo

A cura di Associazione Riferimento Scuola e con la amichevole partecipazione della squadra di pallavolo di Serie A Team Volley Napoli. “Nessuno sa che cosa può un corpo: così scriveva il filosofo Baruch Spinoza, all’inizio dell’età moderna. Noi, oggi, lo sappiamo? Un atleta lo sa? E come lo sa? Queste domande, e le esigenze ad esse sottese, saranno al centro dell’incontro con la squadra di pallavolo Team Volley di Napoli. Per imparare dalla loro esperienza. 

 

Ore 15:00-16:00 / Spazio Sirena (Palazzo Reale)

…il brusio della natura

Presentazione del libro Io e i #Greenheroes

Di Alessandro Gassmann (Edizioni Piemme)

Introduce Michele Buonomo. Con Francesco Ferrante, Manuel Lombardi, Francesco Pascale. Attore e regista italiano tra i più amati, in questo libro Alessandro Gassmann si racconta a cuore aperto, dai giorni dell’infanzia fino ai traguardi del presente. Scritto con Roberto Bragalone e il supporto scientifico del Kyoto Club, Io e i #Greenheroes (Piemme) è un diario di impegno civico e un racconto appassionato di uomini e donne che dimostrano come sia possibile creare valore e lavoro prendendosi cura del posto in cui si vive, investendo nel futuro.

 

Ore 15:00-17:00 / Spazio Colapesce (Palazzo Reale)

Riferimento Scuola

Leggiamo… La Scuola: dal Rav al Piano di miglioramento

A cura di Associazione Riferimento Scuola, una riflessione su come la scuola cambia ed è sottoposta negli ultimi anni a un’escalation di cambiamenti piccoli e grandi, non sempre fra loro coerenti, e non sempre riusciti. 

 

Ore 16:00-17:15 / Sala Rari (Biblioteca Nazionale)

…le parole dell’altro

“Io sono loro”

Incontro con Cristina Comencini, autrice di Flashback (Feltrinelli), con Francesca Bellino.

Quattro amnesie. Quattro momenti di assenza che improvvisi annebbiano l’io e lo fanno sprofondare lì dove non si è più coscienti, dove non si è più se stessi. Quattro sguardi femminili, non vittime ma eroine, “fili che ci legano l’una all’altra” e che solo la letteratura può restituire. 

 

Ore 16:00-17:15 / Spazio Sibilla (Palazzo Reale)

… le parole dell’altro

“Straziami, ma di baci saziami”

Conversazione con Elisabetta Moro e Marino Niola, autori di Baciarsi (Einaudi). Con Vincenzo Arsillo e Francesco De Core. Il bacio come scambio fusionale fra sé e l’altro diviene in questo libro figura paradigmatica di ciò che il tempo della pandemia ha finito per sottrarci, “trasformando il contatto in contagio.

 

Ore 16:15-17:15 / Spazio Sirena (Palazzo Reale)

…il brusio della natura (e il suo grido di dolore)

Climate Justice

Workshop a cura di Legambiente. Il cambiamento climatico non rappresenta soltanto una questione di natura ambientale, ma anche etica, politica e sociale. 

 

Ore 16:30-17:30, Area Stand-Accademia di Belle Arti di Napoli

Kirigami – Le Immagini Tridimensionali

Laboratorio a cura di Scuola di Progettazione artistica per l’impresa, indirizzo di Design della Comunicazione (Accademia di Belle Arti di Napoli). In questo laboratorio si imparerà l’arte orientale di intaglio e piegatura per creare solo mediante l’uso di carta immagini originali tridimensionali.

 

Ore 17:00-18:15 / Teatro di Corte (Palazzo Reale)

Premio Elsa Morante spin off

Io e la mia famiglia di barbari

Il cantautore Pacifico presenta Io e la mia famiglia di barbari (La nave di Teseo). Con Tjuna Notarbartolo e Antonio Parlati. Pacifico racconta in un romanzo delicato e intimo l’epopea della sua famiglia allargata, i “Campanici”. 

 

Ore 17:15-18:45 / Spazio Colapesce (Palazzo Reale)

Una finestra sul libro

A cura di Nadia Baldi

In collaborazione con Associazione Italiana Biblioteche, Graus Editore, Associazione Edela. Il teatro in carcere getta un ponte fra il “dentro” e il “fuori” degli istituti di pena e si colloca nella logica del teatro al servizio delle comunità. 

 

Ore 17:30-18:45 / Spazio Sirena (Palazzo Reale)

…le parole dell’altro

“C’era un foglietto con una scritta che non ho capito”

Incontro con Alfonso Celotto, autore di Fondata sul lavoro (Mondadori). Con Antonio Palma e Antonella Sotira, modera Giulio Goria. All’alba della Repubblica, l’Italia è un Paese attraversato da ferite profonde come solo una guerra può lasciare e gravido di roventi speranze dopo un Ventennio doloroso. 

 

Ore 17:30-18:45 / Spazio Sibilla (Palazzo Reale)

…le parole dell’altro

“Dietro questi inviti c’è la morte”

Incontro con Andrea Tarabbia, autore di Il Continente Bianco (Bollati Boringhieri). Con Silvio Perrella, un lieve rumore di tacchi oltre la parete dello studio, «il passo leggero di una donna»: Silvia, una elegante signora borghese di cinquant’anni, aspetta con impazienza Marcello, il giovane neofascista da cui è morbosamente attratta. Che questo legame finirà nella violenza e nel sangue, Andrea Tarabbia lo rivela subito, per avviare una straordinaria e tesissima esplorazione in un universo di idee in cui dominano la fascinazione per il potere.

 

Ore 17:30-18:45 / Sala Rari (Biblioteca Nazionale)

…voci dal mondo

Occidente, declino o trasformazione?

Conversazione con Biagio De Giovanni, autore di Figure di Apocalisse. La potenza del negativo nella storia d’Europa (Il Mulino), e Aldo Schiavone, autore di L’occidente e la nascita di una civiltà planetaria. Con Alessandro Barbano e Roberto Esposito. In collaborazione con World Congress of Philosophy. Due autori a confronto, due prospettive sul futuro dell’Occidente, due prognosi divergenti. 

 

Ore 18:30-19:30 / Area Stand-Accademia di Belle Arti di Napoli

Sedicesimi e leporelli: i “piccoli” illustrati

Laboratorio a cura di Scuola di progettazione artistica per l’impresa, indirizzo di Design della comunicazione (Accademia di Belle Arti di Napoli). Nella moltitudine dei formati del libro ci si concentrerà su “sedicesimo” e “leporello”.

 

Ore 18:30-20:00 / Teatro di Corte (Palazzo Reale)

…voci dal mondo

“L’umanità compie gli stessi errori. Sempre”

Incontro con Orhan Pamuk, autore di Le notti della peste (Einaudi). Con Antonio Gnoli. Aprile 1901: sull’isola di Mingher, perla del Mediterraneo orientale dove musulmani e cristiani ortodossi cercano di convivere pacificamente, c’è la peste. La malattia, le misure sanitarie per contenerla, esasperano le tensioni: in un drammatico crescendo la peste dilaga e aumentano le frizioni tra le varie identità dell’isola (e dell’Impero), tra chi asseconda le disposizioni delle autorità e chi nega l’esistenza stessa della malattia, o l’efficacia della quarantena, gettando la comunità nelle tenebre di una notte non soltanto sanitaria. L’opera grandiosa, universale, di uno dei più grandi romanzieri del nostro tempo, capace di tracciare, in un affresco di inarrivabile maestria, il rapporto tra paura e potere, tra vita e destini generali, tra fede e ragione, tra modernità e tradizione.

 

Ore 19:00-20:15 / Spazio Colapesce (Palazzo Reale)

…voci dal mondo

“Nel pandemonio del mondo”

Incontro con Fabio Stassi, autore di Mastro Geppetto (Sellerio). Con Ernesto Forcellino. Con linguaggio finissimo, Fabio Stassi ci offre una nuova prova di straordinaria creatività letteraria, capace di far affiorare, dalle pieghe dell’immaginazione, la materia viva del reale, lì dove pulsa insistente la domanda: “chi è che ci getta senza nessuna pietà nel pandemonio del mondo?”.

 

Ore 19:00-20:15 / Sala Rari (Biblioteca Nazionale)

…voci dal mondo

“Scrivere di una guerra in corso”

Conversazione con Orietta Moscatelli, autrice di P. Putin e putinismo in guerra (Salerno Editrice). Con Andrea Graziosi e Carmine Pinto. Orietta Moscatelli legge il conflitto tra Russia e Ucraina scegliendo di misurarsi con il prepotente disegno architettato da Putin per riconsegnare al proprio paese la grandezza perduta. Moscatelli “entra” nella testa del leader, analizza il retaggio ideologico che ne guida le scelte, per cogliere le ragioni profonde di una pericolosa ossessione.

 

Ore 19:00-20:15 / Spazio Sirena (Palazzo Reale)

…le parole dell’altro

“La corsa dei fuochi”

Incontro con la poesia di Tommaso Di Dio e Ida Travi. A cura e con Carmen Gallo. Due voci in dialogo profondo – quella teatrale di Ida Travi e quella immaginifica di Tommaso Di Dio – racconteranno il loro modo di usare la poesia per costruire nuove visioni. 

 

Ore 19:00-20:15 / Spazio Sibilla (Palazzo Reale)

…chi va e chi resta

Portami con te

Incontro con Dario Carraturo e Paolo Terracciano, autori di Portami con te (Rai Libri). Con Titta Fiore. Portami con te” è una storia inedita ispirata alla popolarissima fiction Un posto al sole, che da più di 25 anni appassiona un pubblico variegato e fedele, nel suo racconto dell’Italia di oggi, tra intrattenimento e racconto sociale.

 

Ore 20:15-21:15 / Teatro di Corte (Palazzo Reale)

Raffaele La Capria Salti vitali

Cristina Donadio presterà voce all’opera L’estro quotidiano di Raffaele La Capria. Evento , a cura di Nadia Baldi. Un testo scritto nel 2003, un’opera in cui La Capria si rivolge in maniera intima anche al lettore, con una conversazione che apparentemente divaga, per poi tornare ai temi fondamentali dell’esperienza umana: il tempo

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito, previa prenotazione sul sito campanialibrifestival.it. La prenotazione è da considerarsi decaduta al momento dell’inizio dell’evento prenotato. 

in foto Alessandro Gassman