Canada, Rossi Group acquisisce Platinum Track Service: le rotaie vestiranno il tricolore

34

Le rotaie canadesi vestiranno il tricolore grazie alla acquisizione di Platinum Track Service da parte di Rossi Group, azionista di riferimento di GFC (Generale Costruzioni Ferroviarie), eccellenza italiana nel settore dell’armamento, dell’elettrificazione e del segnalamento ferroviario con una forte presenza a livello europeo ed internazionale. L’acquisizione della azienda che da tre generazioni che fornisce servizi a tutti i gestori ferroviari del Canada, è avvenuto tramite la controllata canadese GCF Canada Railwork. Dall’operazione nasce “Platinum Track Services Inc. – a GCF Group Company” a proprietà e guida italiana. L’operazione si colloca nel quadro degli investimenti strategici di sviluppo sul mercato nordamericano di Rossi Group che riceve dall’estero il 40% del suo fatturato e si affianca ad altre recenti acquisizioni come quella, nell’autunno scorso, della Delcourt Rail, società di punta DEL gruppo Delcourt operante nei segmenti della costruzione e della manutenzione ferroviaria in Francia e, a giugno, della prima tranche DEL 60% DEL capitale sociale (entro il 2025 arriverà al 100%) di Cenedese, storica azienda di costruzioni e armamento ferroviario fondata nel 1925 e con quartier generale a Sant’Elena di Silea, vicino Treviso, con 120 dipendenti ed un fatturato di 20,5 milioni di euro nel 2020. Di Rossi Group fa parte anche Gefer, che opera nel settore dell’armamento ferroviario in tutto il mondo, azienda creata nel 1947 da Attilio Rossi, che tre anni dopo insieme al fratello Luigi avrebbe fondato a Roma Generale Costruzioni Ferroviarie e scomparso lo scorso anno a 98 anni.

Generale Costruzioni Ferroviarie – che ha il suo quartier generale a Roma e sedi a Taranto, Bologna, Milano ed una officina a Novi Ligure, mentre all’estero è presente, oltre che in Canada, in Francia, Danimarca, Svizzera, Turchia, Bulgaria, Bosnia Marocco e Kosovo – proprio in quest’ultimo paese sta lavorando alla ricostruzione della Rail Route 10, l’arteria ferroviaria centrale che collega il Paese con la Serbia a nord e, a sud, con la Macedonia e danneggiata dal conflitto balcanico degli anni Novanta. Un contratto del valore di 47,9 milioni di euro per la ricostruzione della sezione ferroviaria compresa tra Fushe Kosove e Mitrovice ed in particolare 5 stazioni (Mitrovice, Vushtri, Druar, Prelluzhe, Obiliq-Kastriota). L’impegno in Kosovo della società presieduta da Edoardo Rossi è iniziato nel febbraio 2019 con la firma di un contratto da 78,6 milioni di euro relativo al Lotto 1 per la tratta Fushe Kosove – Hani i Elezit verso il confine macedone: 67 chilometri di linea (il 45% della sezione kosovara della Rail Route 10) sostanzialmente da ricostruire integralmente. Un progetto complesso – ad oggi realizzato per oltre il 50% – che ha comportato, oltre ai lavori tipici dell’armamento ferroviario interventi ed opere civili per il rifacimento di sottopassi, gallerie, ponti stazioni in 5 fermate (Frasher, Pantine, Vernice, Mihaliq, Plemetin) dove, oltre agli interventi di ristrutturazione degli edifici stessi, dovranno essere ricostruite o realizzate ex novo ben 16 banchine passeggeri e tutte le infrastrutture necessarie alle stazioni. Generale Costruzioni Ferroviarie, che oggi ha 4 sedi italiane e 7 branch estere, nasce nel 1950 come impresa fondata da Attilio e Luigi Rossi e specializzata in armamento ferroviario. Trasformatasi in srl nei primi anni ’80 e, nel 1990 in spa, è oggi la società di riferimento di Rossi Group. Particolarmente importanti per lo sviluppo di GCF sono stati gli ultimi anni. I cospicui investimenti in macchinari e tecnologie ad altissima efficienza produttiva, l’organizzazione e la formazione e la specializzazione di risorse umane, l’acquisizione di importanti società e imprese operanti nei settori dell’armamento (Valditerra), della trazione elettrica e di segnalamento (Frate Elettroimpianti, Bonciani) hanno conferito a GCF strumenti, competenze e know-how che permettono alla società di realizzare progetti integrati e contratti chiavi in mano nei settori ferroviario, metropolitano e tramviario in tutto il mondo.