Cancro alla prostata, dal Pascale un app per seguire i pazienti

81

Un’App pensata per seguire costantemente i pazienti prostatici e allo stesso tempo per limitare quanto più possibile gli accessi ospedalieri. E’ la medicina che si mette al passo con i tempi: i pazienti con cancro della prostata, trattati presso la Radioterapia del Pascale, diretta da Paolo Muto, alla fine del trattamento radiante riceveranno le credenziali di accesso all’App ProstateRadioTherapy (PRT) e potranno comodamente da casa trasmettere ai medici radioterapisti che li hanno seguiti, i dati riguardanti l’andamento dei markers tumorali e la sintomatologia post-trattamento; potranno, inoltre, compilare i questionari relativi alla qualità di vita e alla funzionalità sessuale. In tempo reale l’App sarà in grado di creare un Alert per il medico dell’avvenuto collegamento con il paziente che riceverà la notifica del controllo effettuato se i dati risulteranno nella norma. Se invece dovesse necessitare un controllo clinico o strumentale il paziente riceverà sempre sull’App un appuntamento per visita di controllo presso la Radioterapia del Pascale. La cadenza di accesso all’App da parte del paziente sarà trimestrale, la stessa che attualmente viene rispettata per i controlli clinici presso gli ambulatori. L’App entrerà in funzione nei primi giorni di febbraio.