Cannabis in medicina: il punto di vista dei Giovani Farmacisti

48

L’efficacia della cannabis nella terapia del dolore e la maggiore sicurezza d’impiego rispetto ai farmaci tradizionali. Questo l’argomento del convegno di domenica 22 novembre, ore 10.30, alla Mostra d’Oltremare, organizzato dall’Associazione Giovani Farmacisti di Napoli, nell’ambito di Pharmaexpo, la più importante manifestazione dedicata all’industria farmaceutica del centro sud Italia. Un dibattito incentrato sulle sofferenze dei malati di SLA e di tante altre patologie,che secondo i relatori possono essere alleviate anche attraverso l’impiego la pianta di cannabis. In apertura il Presidente dell’Agifar Napoli, Lucio Falconio, presenterà il gradito ospite Raffaele Tripodi, fisico, membro dell’AISLA e autore del libro “Tuxedo”, viaggio fantascientifico nel mondo dei biocarburanti. Al convegno, moderato dal vicepresidente del Movimento Unitario Giornalisti, Ettore Nardi, parteciperanno: Orazio Taglialatela Scafati, associato di chimica organica del Dipartimento di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli, il quale illustrerà gli aspetti farmacognostici e tossicologici legati all’impiego della cannabis in medicina nel corso dei secoli; Gennaro Fusco, farmacista esperto di galenica, specializzato in Farmacia Ospedaliera e segretario dell’AGIFAR Napoli, esporrà gli aspetti tecnico- legislativi legati all’allestimento e alla dispensazioni di preparazioni magistrali a base di cannabis; Francesco Segreto, socio AGIFAR Napoli e farmacista titolare esperto di distribuzione farmaceutica in Italia e all’estero, prenderà in esame le prospettive future nell’impiego della pianta, proponendo lo snellimento della normativa sulla base anche delle proposte di legge di cui si discute in Parlamento. “Questo convegno vuole approfondire l’importante tema dell’allestimento in galenica di preparazioni che contengono cannabis in farmacia – con queste parole ha presentato l’iniziativa il presidente Falconio, il quale ha continuato – partiremo dal racconto di Raffaele Tripodi, giovane fisico e malato di SLA, che con spirito visionario fa compiere un vero viaggio nel futuro con sfumature di fantascienza di eleganza estrema, per arrivare a parlare dei benefici derivanti dall’utilizzo della cannabis, sempre più in voga nella terapia del dolore”. “Vogliamo stimolare il dibattito, anche tra i non addetti ai lavori, illustrando le opportunità e i vincoli professionali nella dispensazione della cannabis, analizzandone gli aspetti legislativi e fornendo una visione, forse anche provocatoria, ma sicuramente giovanile del tema”, hanno commentato i membri del direttivo dell’Agifar Napoli.