Canottaggio, alla Reggia di Caserta la super sfida Oxford-Cambridge

69
In foto una regata alla Reggia di Caserta (Italpress)

Aspettando gli equipaggi di Oxford e Cambridge che daranno battaglia e assicureranno spettacolo nella Fontana dei Delfini, la delegazione inglese ha chiesto espressamente un desiderio, realizzato, all’organizzazione della Reggia Challenge Cup 2018: vigilia della competizione remiera da trascorrere nel mare azzurro di Capri. Nel Parco vanvitelliano di scena la prima giornata con le sfide italiche ad animare una giornata intensa. Soddisfatto il pubblico presente. Spazio prima ai giovani canottieri, che si sono cimentati per la conquista del Trofeo Kinder+Sport. Il Cus Bari (8+m) si è aggiudicato il Trofeo Reggia, al Circolo Canottieri Aniene il Trofeo Caffè Moreno. La Lega Navale Brindisi (1×F) ha alzato il Trofeo Brokercast, superando il Circolo Promonopoli, al quale e’ andato il Trofeo Mina Sport. Nel confronto tra Società Canottieri Armida e Circolo Canottieri Napoli (1xM) partenopei secondi e Trofeo Great Gym ai giallorossi. Trofeo Filippi invece ai primi. Si impone il Cus Bari sulla Società Canottieri Palermo (8+m): i pugliesi festeggiano con il Trofeo Ordine di Malta, ai siciliani il Trofeo MSC Crociere. Riscatto degli isolani che innalzano il Trofeo Peroni, ebbri di felicità, sopravanzando la Promonopoli, premiati con il Trofeo FIC. Chiudono con il Trofeo Mibact la Canottieri Thalatta, Trofeo MIUR per la CCN (1×M). Infine nell’otto più triangolare femminile il RYCC Savoia precede sul podio il Cus Bari e l’altro equipaggio del Savoia: Trofeo Garofalo ai vincitori, Trofeo CIP ai pugliesi, Trofeo 130 al Savoia. “Fantastica location la Reggia di Caserta per promuovere il canottaggio. Felice intuizione di Davide Tizzano” dichiara entusiasta Carlo Mornati, segretario generale Coni. Ancora qualche ora e la Grande Bellezza travolgera’ gli spettatori con il mitico duello Oxford vs Cambridge.