Caos Procure: pm Picozzi, ‘mia frase su Travaglio solo una battuta, naturale rivolgersi a Palamara’

68

Palermo, 26 mag. (Adnkronos) – La frase “Guarda che chiamo Marco Travaglio” che il pm Annamaria Picozzi ha rivolto all’ex consigliere del Csm Luca Palamara e intercettata dai giudici di Perugia nell’ambito dell’inchiesta che vede indagato lo stesso Palamara, “era solo una battuta”. A spiegarlo, in una intervista al Corriere della sera, è il Procuratore aggiunto di Palermo Annamaria Picozzi. “Era una battuta. Penso si capisca – spiega – Anche perché i tempi non quadrano. La battuta la faccio l’11 ottobre 2018. Dei corsi parliamo il 22, dieci giorni dopo. E delle nomine relative alla Procura di Roma, cui qualcuno mi sta accomunando, parlano altri e mai io a maggio 2019”.