Capaccio, l’Amministrazione acquisisce Palazzo Stabile. Sarà la nuova sede del Comune

18
in foto la facciata di Palazzo Stabile

È stato firmato oggi, 14 luglio, l’atto di acquisto di Palazzo Stabile “per cessione volontaria in luogo di esproprio”. Il Comune di Capaccio Paestum, si legge in una nota, “dopo un iter amministrativo lungo e complesso, acquisisce al proprio patrimonio lo storico e prestigioso palazzo risalente al XVIII secolo. L’obiettivo è farne la nuova sede di palazzo di città”.
In posizione centrale e panoramica, il palazzo settecentesco dall’importante valenza storica e architettonica si trova nel centro storico di Capaccio. Il complesso immobiliare, una residenza d’epoca con accesso pedonale e veicolare da via D’Alessio, si estende su una superficie di circa 600 metri quadrati ed è costituito da due livelli, copertura e da una corte esterna che era adibita a giardino. L’immobile conserva il pregevole apparato decorativo della facciata principale e, all’interno, volte e pareti affrescate. Per migliorare e ottimizzare i servizi comunali, l’amministrazione vuole recuperarlo per adibirlo a sede del Comune. Il palazzo sarà la sede sia degli organi istituzionali che degli uffici, con riflessi positivi sull’organizzazione amministrativa.
“Palazzo Stabile è finalmente parte del patrimonio comunale – dichiara il sindaco Franco Alfieri – Dopo anni di propositi e tentativi non riusciti, la nostra amministrazione è riuscita in due anni, nonostante i rallentamenti dovuti all’emergenza sanitaria, a portare a termine un iter lungo e complesso. Gettiamo oggi le basi per la realizzazione di una nuova sede del Comune, nel cuore del centro storico di Capaccio Capoluogo, e di una nuova e prestigiosa aula consiliare. Mettiamo a disposizione degli organi istituzionali, degli uffici e dei cittadini un luogo di valore storico e architettonico degno della nostra città”.

in foto la firma dell’atto di acquisizione di Palazzo Stabile da parte del Comune
in foto il portone d’ingresso di Palazzo Stabile