Capodanno con sole e caldo, pioggia solo fino a metà settimana

38
(foto da Pixabay)

Questa ultima settimana dell’anno comincia nel segno di un nuovo passaggio perturbato in arrivo da ovest che nella seconda parte di oggi interesserà gran parte dell’Italia coinvolgendo questa volta con più decisione anche la Sicilia e l’estremo Sud. Le precipitazioni più importanti – affermano i meteorologi di IconaMeteo.it – sono attese nel settore tirrenico e in Sicilia mentre al Nord saranno in generale scarse e con modeste e fugaci nevicate su parte delle Alpi. L’origine atlantica della perturbazione non modificherà il quadro termico, con le temperature che soprattutto al Centro-Sud, a dispetto di nuvole e piogge, rimangono sopra la norma. Domani, martedì, gli strascichi di questo passaggio determineranno le ultime piogge al Sud e nel nordest della Sicilia. La ventilazione si disporrà da nordovest con afflusso di aria leggermente più fresca sul Meridione. Ammassi nuvolosi in transito oltralpe lambiranno anche i nostri rilievi del Nord. In particolare un fronte caldo, tra la serata di domani e la giornata di mercoledì , potrà determinare fenomeni anche moderati lungo le creste alpine di confine ma con limite della neve decisamente elevato, ben al di sopra dei 2000 metri. Per gli ultimi giorni dell’anno le attuali proiezioni confermano la graduale affermazione di un’area anticiclonica con radici sull’Africa nordoccidentale che determinerà temperature eccezionalmente alte, in particolare sulle Alpi dove lo scarto potrebbe essere anche di 10-15 gradi oltre le medie stagionali. La diffusa stabilità favorirà la formazione di nebbie localmente anche persistenti, specie in Val Padana dove lo scarso soleggiamento conterrà le temperature diurne rendendo meno evidente l’anomalia termica.