Capri, in arrivo tre ambulanze per far fronte all’emergenza estate

43
in foto Ciro Verdoliva

L’isola di Capri avrà tre ambulanze in servizio presso l’ospedale Capilupi. È il risultato raggiunto dall’amministrazione comunale che tenta di risolvere il gravissimo problema scoppiato in piena estate per la mancanza di un’ambulanza dedicata al trasporto nelle ore notturne e più precisamente dalle 20 alle 8 del mattino. Ultimo caso quello di stanotte quando un turista brasiliano vittima di un incidente stradale sulla provinciale per Anacapri ha dovuto attendere oltre sei ore per essere trasferito in terraferma a causa della mancanza dell’ambulanza, dell’elicottero del 118 destinato ai trasporti urgenti ed è stato trasportato a Napoli solo grazie all’idro-ambulanza in dotazione alla Capitaneria di Porto. L’Asl Napoli 1 Centro ha fatto sapere alle due amministrazioni comunali isolane che da lunedì 12 agosto e sino a tutto il 30 settembre che il direttore generale Ciro Verdoliva ha disposto la presenza di tre ambulanze e quindi di una ulteriore Servizio 118 con autista e infermiere dedicato h 24, anche di notte, sette giorni su sette, attrezzata per trasporto di pazienti critici. Una soluzione che soddisfa per ora il sindaco di Capri Marino Lembo ed il consigliere delegato alla sanità Bruno D’Orazi. Il primo cittadino su tale soluzione però ribadisce che “il risultato raggiunto oggi è la prima tappa di un percorso di impegno e di lavoro, serio e silenzioso, che sta facendo la nuova Amministrazione Comunale e che deve condurre a superare le criticità esistenti che hanno portato al deteriorarsi della situazione. A breve incontreremo la nuova Direzione Strategica della Asl Napoli 1 per il rilancio dell’intera sanità caprese”.