Capri, borse lavoro per i disoccupati

60
in foto Marino Lembo

La giunta comunale, presieduta dal sindaco Marino Lembo, ha approvato all’unanimità la proposta presentata dall’assessore alle politiche sociali Salvatore Ciuccio con la quale istituire le “borse lavoro”. Un sostegno a cittadini capresi disoccupati a causa della crisi scattata con l’emergenza covid. Potranno partecipare al bando i giovani inoccupati ed altri cittadini rimasti privi del posto di lavoro sino a trentacinque anni. L’iniziativa sara’ sostenuta totalmente da fondi ricavati da donazioni di cittadini privati per circa ottantamila euro per questa fase e sara’ integrata poi da altre somme del bilancio comunale. Le attivita’ svolte per coloro i quali si aggiudicheranno la borsa lavoro della durata di quattro mesi consecutivi ai quali “andranno aggiunti – spiega l’assessore Ciuccio – altri due mesi da chi intende continuare a prestare i propri servizi” saranno l’impiego in attivita’ di tutela e salvaguardia del territorio in particolare la cura e la piccola manutenzione dei parchi, delle spiagge e del patrimonio comunale in genere, nonche’ le attivita’ di accoglienza e assistenza ai cittadini e ai turisti nei luoghi pubblici. “Questa attivita’ – spiega Ciuccio – non e’ da considerarsi un lavoro subordinato ma un progetto di collaborazione per azioni di sostegno sociale ed anche psicologico per favorire l’inserimento lavorativo e l’occupazione dei soggetti con maggiore difficolta’, al fine di sostenerli attraverso la partecipazione a progetti di pubblica utilita’ che diano loro l’opportunita’ di continuare ad essere utili per la collettivita’”. Per i capresi che svolgeranno “servizio civico” e’ prevista una “paga” mensile di seicento euro.