Capri celebra gli angeli di Marina Piccola

67
di Marco Milano
A Capri rintracciati e premiati “gli angeli di Marina Piccola”. Una storia con un lieto fine e tanta generosità e altruismo che è doveroso raccontare. Nei giorni scorsi infatti una donna colta da infarto sulla spiaggia antistante i Faraglioni di Capri era stata soccorsa e di fatto salvata grazie all’intervento di quelli che il sindaco di Capri definì “angeli” in un appello lanciato via social per risalire a loro e riceverli in comune per un pubblico ringraziamento. La tragedia era stata sventata grazie alle loro manovre salvavita ed utilizzando il defibrillatore posizionato nei pressi della Chiesa di Sant’Andrea che sovrasta la rampa della discesa a mare. “Vorrei rintracciare i giovani – aveva postato il sindaco di Capri Marino Lembo attraverso il suo profilo facebook – che hanno soccorso la donna in spiaggia salvandole la vita per ringraziarli personalmente a nome della cittadinanza di Capri, perché queste sono le storie che riscaldano il cuore”. E così era stata ricevuta Elena Tornatore, una giovane volontaria della Croce Rossa di Cassine, “Siamo felici di aver conosciuto Elena, una splendida persona che dedica il suo tempo a dedicarsi agli altri, come volontaria della Croce Rossa – ha dichiarato il sindaco di Capri Marino Lembo nella sala consiliare insieme al consigliere delegato alla sanità Bruno D’Orazi in occasione dell’incontro – Ci sembrava doveroso un pubblico ringraziamento per quanto ha fatto”. Ora dopo che dal comune di Capri sono riusciti a rintracciare anche Nicola Criniti, operatore sanitario in Svizzera, proprio nelle scorse ore c’è stata la sua visita in comune. A Nicola Criniti, affezionato frequentatore dell’isola, il primo cittadino ha espresso “i più sentiti ringraziamenti a nome dell’Amministrazione Comunale e della comunità caprese, ricordando l’importanza del suo gesto che ha contribuito a salvare una vita umana”.