Capri e Anacapri: da Invitalia contratto di sviluppo per 34 milioni

71

I Comuni di Capri e Anacapri sono i destinatari di un contratto di sviluppo che darà il via alla riqualificazione di tre complessi alberghieri. Il programma di sviluppo turistico è stato presentato a Invitalia da Villa Mediterranea Capri (come Impresa Proponente) e dalla Gestioni Alberghiere Plus e dalla Acropolis (come Imprese aderenti).

Il piano

Il piano, che porterà investimenti per oltre 34 milioni di euro nell`isola di Capri, si articola in tre distinti progetti di riqualificazione e investimento turistico: Il primo, di 17,2 milioni di euro, presentato dalla società Villa Mediterranea Capri, punta a realizzare un `Hotel di charme` a 5 stelle, attraverso l`acquisizione, la ristrutturazione e la riqualificazione di una struttura immobiliare dismessa in Via Croce, nel Comune di Capri; Il secondo, di 9,7 milioni di euro, presentato dalla Gestioni Alberghiere Plus, punta a riqualificare l`Hotel Capri Tiberio Palace, un complesso alberghiero a 5 stelle già considerato uno dei tre migliori alberghi dell`isola. La ristrutturazione porterà alla realizzazione di 42 super suite, con la valorizzazione complessiva della struttura e l`obiettivo di migliorare ulteriormente il proprio posizionamento tra gli alberghi di lusso dell`isola; Il terzo, di 7,4 milioni, presentato dalla Acropolis, ha come obiettivo la riqualificazione del Capri Palace Hotel & Spa, una struttura 5 stelle Lusso, sita nel Comune di Anacapri, che vedrà potenziati i servizi accessori (Spa e ristorante) e aumentato il numero di suite.

Domenico ArcuriIncentivi per 14,2 milioni

Il Contratto di Sviluppo, firmato dall`amministratore Delegato di Invitalia Domenico Arcuri, dall`amministratore unico di Villa Mediterranea Capri Francesca Graziuso, dall`amministratore unico della Gestioni Alberghiere Plus Eduardo Safdie e dal presidente della Acropolis Antonio Cacace, prevede incentivi per 14,2 milioni di euro. “La valorizzazione turistica dei territori – afferma Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia – è uno degli obiettivi fondamentali per il Mezzogiorno, naturalmente insieme alle infrastrutture e al sostegno del sistema produttivo. L`accordo firmato oggi dimostra ancora una volta l`attenzione del Governo per questo settore strategico della nostra economia, soprattutto in Campania e nel Mezzogiorno. Il Contratto di Sviluppo, con 105 proposte di investimento giunte a Invitalia solo negli ultimi 2 mesi, si conferma sempre più una leva fondamentale per la crescita del Paese e delle regioni del Sud in particolare“. “Abbiamo presentato un progetto insieme ad imprenditori di primo livello – spiega l`amministratrice di Villa Mediterranea, Francesca Graziusocome Eduardo Safdie, uno dei più noti immobiliaristi italiani; Tonino Cacace proprietario di un punto di riferimento del turismo di élite come il Capri Palace e Guido Polito, Amministratore delegato degli Hotel Baglioni. Questo contratto di sviluppo, con i relativi investimenti, porterà un beneficio certo a tutta l`economia dell`isola, potenziando l`offerta del turismo di élite in una delle migliori location del mondo“.