Capri e Anacapri, raccomandato ai turisti l’utilizzo dell’app Immuni

56
in foto la Piazzetta di Capri (da Facebook)

di Marco Milano

I Comuni di Capri ed Anacapri hanno approvato nei giorni scorsi un provvedimento con il quale hanno deciso di “raccomandare a cittadini e turisti in visita o in villeggiatura l’adozione dell’app Immuni, sistema digitale di prevenzione gestito dal Ministero della Salute e predisposto dal punto di vista tecnico con la supervisione del Dipartimento del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione”. La proposta era stata lanciata nei giorni scorsi dalla delegazione isolana dell’Unione Nazionale Consumatori guidata da Teodorico Boniello ed era stata subito accolta dal sottosegretario alla salute Sandra Zampa. I due comuni isolani, dunque, raccomandano a cittadini e turisti l’utilizzo dell’app Immuni sull’isola. “L’isola di Capri rafforza le misure della propria sicurezza sanitaria – dicono i due comuni isolani in una nota congiunta – con uno strumento gratuito che non richiede alcuna fatica ai cittadini e che in Italia contribuisce a circoscrivere tempestivamente eventuali focolai di Covid-19”. L’iniziativa varata sull’isola azzurra, dunque, per la promozione dell’utilizzo dell’innovativo supporto tecnologico si affianca alle misure   già messe in atto per limitare la diffusione del virus, come l’obbligo delle mascherine all’aperto. “Consapevoli anche della responsabilità di essere luoghi dell’Italia particolarmente conosciuti e apprezzati all’estero – spiegano dai comuni di Capri ed Anacapri – siamo impegnati a garantire che la ripresa dei flussi turistici avvenga nella massima sicurezza possibile, a tutela dell’incolumità di abitanti, ospiti e dell’immagine del nostro Paese”.