Capri, funicolare sotterranea: arriva il no del gruppo di opposizione in Consiglio comunale

37

Si allarga il dibattito sull’ipotesi di realizzazione di una funicolare sotterranea tra Marina Grande e Anacapri. Dopo il no ribadito nei giorni scorsi dalle associazioni Legambiente, Chiama Capri, Confcommercio e Capri Excellence, oggi esprime la propria posizione sullo studio di fattibilità del collegamento di trasporto pubblico su ferro tra Capri ed Anacapri il gruppo consiliare di opposizione “Avanti Capri”. “Il gruppo Avanti Capri, di fronte ad un’opera che indubbiamente avrà conseguenze di diversa natura su tutto il territorio dell’isola di Capri e che investirà aspetti di carattere economico, sociale ed ambientale, di fronte alla grande preoccupazione dell’opinione pubblica, registrata, che fa emergere la necessità di un urgente confronto con tutte le categorie interessate, imprenditori e ambientalisti, e soprattutto con la popolazione per la valutazione di tutta la problematica nella sua globalità, chiede alle Amministrazioni Comunali di sospendere l’iter burocratico per avviare un concreto dibattito che faccia emergere tutte le preoccupazioni e gli aspetti problematici della questione” scrive il gruppo di opposizione in una nota. “Il problema traffico sulle strade dell’isola sta assumendo condizioni sempre piu’ drammatiche paralizzando di fatto i flussi turistici e gran parte dell’economia di Capri, il gruppo Avanti Capri chiede, pertanto, alle Amministrazioni Comunali di avviare da un lato il confronto sullo studio di fattibilita’ del collegamento su ferro Marina Grande Anacapri e su altre alternative valide, e dall’altro che vengano adottati provvedimenti urgenti ed indifferibili per il traffico che – conclude il gruppo di opposizione – ad oggi e per il futuro prossimo rappresenta uno dei problemi piu’ gravi per l’Isola di Capri”.