Capri Hollywood, passerella di Vip sull’isola azzurra

175

di Maridì Sessa

“In 22 anni di esistenza “Capri Hollywood” si è affermato come un ottimo viatico per la promozione del cinema italiano nel mondo ed anche del cinema internazionale in Italia, ma soprattutto come tappa fondamentale nella corsa agli Oscar”, ha detto Pascal Vicedomini fondatore e produttore del Film Festival, in occasione del rituale incontro con la stampa svoltosi questa mattina al cinema “Metropolitan” di Napoli accanto a Tony Petruzzi, Presidente di Istituto Capri nel mondo ed all’artista Enzo Gragnaniello al fine di presentare la nuova edizione che si svolgerà dal 27 dicembre al 2 gennaio 2018 sull’isola azzurra. “In tal senso”, ha proseguito Vicedomini, “il primo artista a beneficiare di ciò fu l’attore australiano Geoffrey Rush che nel 1996 sbarcò a Capri con “Shine” per poi salire sul palco degli Academy Award per ritirare la prestigiosa statuetta. Accanto a lui, nel tempo tanti artisti hanno beneficiato di questo magico “effetto” del Festival caprese; basti pensare agli attori Forest Whitaker, a Capri nel 2006 e vincitore dell’Oscar 2007 (The Last King of Scotland), Melissa Leo a Capri nel 2009 e vincitrice dell’Oscar 2010 (The Fighter), gli scenografi Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo a Capri nel 2004 vincitori nel 2005 dell’Oscar per “The Aviator”, i registi Michel Hazanovicius (The Artist) e Pavel Pavlikovski (Ida), i costumisti Sandy Powell, Alexandra Byrne, Michael O’ Connor ed Ann Rot. Questa nuova stagione di “Capri Hollywood”, si presenta come un’edizione di alta qualità, presieduta da Noa e dal Premio Oscar Alessandro Bertolazzi confermandosi puntualmente la festa del cinema internazionale che, nel cuore dell’inverno, coinvolge il gotha del grande schermo e della musica sul palcoscenico dell’isola azzurra”. Tanti gli esponenti dello showbiz internazionale , che si susseguiranno come autorevoli ospiti durante il festival caprese: tra questi, il regista israeliano Samuel Maoz, autore di “Foxtrot” (punta di diamante della short list dell’Academy per la categoria “miglior film in lingua straniera”), il regista spagnolo cult Alex De la Iglesia , campione di incassi nel suo paese con “ Perfectos Desconocidos” (remake iberico del film di Paolo Genovese), il talentuoso autore belga Kristof Hoonaert, insieme a Paolo Virzì (“Ella & John”), l’attrice Premio Oscar Melissa Leo, Micaela Ramazzotti, Massimiliano e Gianfranco Gallo, Francesco Patierno, Valeria Fabrizi, Louis Nero, Giuseppe Varlotta, i The Jackal”, Eleonora Gaggero, Mirko Trovato, Michele Morrone, Sebastiano Riso, Alessandro Valori, Pippo Delbono, Antonia Truppo, Ivan Cotroneo e Anna Pavignano. Per la musica, Fausto Leali, Giusi Ferreri, Enzo Franco Ricciardi, Chiara Civello, Luisa Corna, Gragnaniello, Raiz, Nelson ed altri. Molto ricco il calendario delle proiezioni in quanto Capri Hollywood 2017 propone un eccezionale cartellone di 90 pellicole selezionate tra i migliori titoli internazionali ed italiani, tra anteprime e rassegne, con accesso gratuito al pubblico nelle sale di Capri e di Anacapri. Per i “Capri Award” , nella giornata inaugurale del Festival, sarà premiato il regista Paolo Virzì, insignito del “Master of Cinematic Art Award” al termine della proiezione speciale di “Ella & John” e con lui il fratello Carlo Virzì, autore della colonna sonora dell’opera che segna il debutta in USA del regista toscano e Micaela Ramazzotti (attrice dell’anno) ed il regista Sebastiano Riso per il film “Una famiglia”. Nel corso della settimana, saranno insigniti, Samuel Maoz, Alex De La Iglesia, Kristof Hoonaert, Toby Sebastian, Antonia Truppo, due eccellenze in corsa per l’Oscar quali l’editor Valerio Bonelli e l’arredatrice Alessandra Querzola con Giorgio Gregorini e Marta Roggero. Previsti molti riconoscimenti anche alle opere audiovisive come il “Premio miglior film di animazione europeo dell’anno” che andrà a Gatta Cenerentola e “Miglior Film Musicale” del 2017 che andrà ad “Ammore e malavita” dei Manetti Bros con la musica di Nelson e le voci di Raiz e Franco Ricciardi, senza tralasciare la sezione dei docu-film.
Ampio spazio dedicato anche ai Simposi che si terranno negli spazi monumentali della Certosa di San Giacomo a partire dal 28 dicembre con “Il cinema e gli audiovisivi italiani nel mercato globale: possibilità ed insidie per il futuro”, ed a seguire, il 29 dicembre con “Talenti italiani in fuga. Lavorare all’estero una necessità per emergere o una svolta di vita?”, ed il 30 dicembre con “Esportare il cinema e l’audiovisivo italiani nel mondo: quali elementi per essere competitivi nel mercato globale” Tante le mostre allestite nell’ambito della kermesse caprese: “La leggenda di Clive Davis” al Centro Multimedia di Anacapri, “Liz Taylor: la leggenda di violet Eyes” , dedicata ad una delle celebri protagoniste della dolce vita sull’isola di Tiberio e “Bright-Come nascono i volti di un film” a cura di Bertolazzi.