Capri, la denuncia dei sindaci: Trasporti marittimi usati a fini turistici

46
In foto Marina Grande a Capri

Servizi di trasporto marittimo di linea “rientranti a pieno titolo dei servizi di trasporto pubblico locale” utilizzati “per finalità turistico-ricreative che nulla hanno a che fare con i collegamenti richiesti dalle compagnie e autorizzati dalla Regione Campania”. E’ quanto denunciano in una nota congiunta il sindaco di Capri, Marino Lembo, e il vicesindaco di Anacapri, Francesco Cerrotta. Le due amministrazioni denunciano “la palese violazione dell’autorizzazione all’esercizio del collegamento dal porto di Sorrento con destinazione l’isola di Capri dalle ore 10,20, di cui al quadro vigente”. Lembo e Cerrotta citano un video pubblicato sui social network risalente al 28 giugno e le segnalazioni di persone presenti al porto il 29 giugno riguardo un collegamento marittimo che avrebbe “assunto le caratteristiche di servizio turistico-ricreativo in palese violazione dell’autorizzazione richiesta dalla compagnia e rilasciata dalla Regione Campania”. Nel video, scrivono, “si nota che alla biglietteria Aligruson di Sorrento, agli utenti che richiedevano informazione per l’acquisto di un biglietto per l’isola di Capri, veniva proposto l’acquisto di un tagliando andata-ritorno che prevedeva, con la partenza delle ore 10,20, anche “il giro intorno all’isola di Capri con sosta e bagno di fronte ai Faraglioni, quattro ore libere a Capri e ritorno alle ore 16,55″, utilizzando di fatto servizi di trasporto marittimo di linea rientranti a pieno titolo nei servizi di Tpl”. Le Amministrazioni di Capri e Anacapri “fanno anche presente che, a differenza dei giorni precedenti in cui l’unità in partenza da Sorrento effettuava prima il giro dell’isola per poi approdare al porto di Capri, il giorno 29 giugno, in considerazione dell’attenzione posta sul collegamento, l’unità navale Apollo partita da Sorrento per Capri alle ore 10,20 entrava regolarmente nel porto di Capri, alle ore 11 circa, avvicinandosi al Molo Banchinella senza mai attraccare per la discesa dei passeggeri, per poi dirigersi verso l’uscita del porto per effettuare il giro dell’isola”.