Capri, mini ambulanza ferma da 15 giorni: assistenza a rischio

296

A Capri assistenza sanitaria a rischio per chi risiede o alloggia nelle stradine del centro pedonale e delle zone periferiche, chiuse al traffico e troppo strette per far transitare le auto. Da quindici giorni è, infatti, fuori uso la mini ambulanza elettrica del 118. Il mezzo, che copre tutte le zone dell’isola non raggiungibili con i veicoli tradizionali, è fermo e inutilizzabile perché ha vetri rotti, pneumatici consumati e ruota di scorta danneggiata per assenza di manutenzione. La situazione ha messo in serio pericolo la vita di un 91enne di traversa Croce. L’anziano, al quale è stato assegnato il codice rosso dalla centrale operativa, era in pericolo di vita, ma il personale medico e di soccorso non aveva i mezzi per andare sul posto. Fortuntamente, dopo vari contatti con le associazioni di presenti sul territorio, si è riusciti a reperire un volontario della San Vincenzo de’ Paoli che, con il proprio carrello elettrico dotato di lettiga e utilizzato per i trasferimenti di ammalati, ha potuto coadiuvare l’intervento dei sanitari, consentendo ai soccorritori di prestare in tempi le adeguate cure all’anziano. Sulla vicenda una decina di giorni fa era già intervenuto il Comitato Civico Articolo 32 con una diffida ai vertici dell’Asl Napoli 1.