Capri, riapertura funicolare: a giorni il collaudo dei tecnici del Ministero

38

La funicolare di Capri riaprirà quando arriverà il nulla osta dei funzionari ministeriali dell’Ustif (Ufficio speciale trasporti impianti fissi) che verificheranno i lavori effettuati durante l’inverno e finalizzati a un piano di riammodernamento e potenziamento a basso impatto energetico. La riapertura della funicolare di Capri era prevista per il mese di marzo. “I lavori eseguiti quest’anno sono stati particolarmente impegnativi, avendo tra l’altro provveduto alla sostituzione dei motori di trazione e di tutti gli equipaggiamenti elettrici della sala macchine”, dichiara Pasquale Santoro, direttore di esercizio della Funicolare di Capri. “Con le nuove apparecchiature – aggiunge – avremo un impianto notevolmente più efficiente che riuscirà a trasportare, per ogni singola corsa, oltre il 20% in più dell’attuale portata tra passeggeri e bagagli”. Anna La Rana, amministratore unico della Funicolare di Capri, parla di “evento strutturale di enorme portata” che “rappresenta la prima fase, come avevamo già annunciato, di un progetto finalizzato ad alimentare l’impianto ad energia rinnovabile. E’ superfluo sottolineare che, per il potenziamento dell’impianto, l’azienda ha sostenuto un notevole impegno finanziario e dunque si ha tutto l’interesse a riaprire quanto prima possibile dopo, ovviamente, i necessari collaudi tesi alla sicurezza da parte dell’Ustif i cui rappresentanti a giorni saranno in Capri”.