Capri, traffico veicolare per Pasqua: il sindaco emette ordinanza ad horas

53

Un’ordinanza urgente è stata firmata dal sindaco di Capri Gianni De Martino per disciplinare il traffico veicolare a Marina Grande in occasione delle festività pasquali che attirano sull’isola moltissimi turisti, escursionisti e vacanzieri che soggiorneranno nelle strutture alberghiere ed extralberghiere. Tra i provvedimenti in vigore da oggi fino al 3 aprile anche l’ intensificazione delle corse del servizio sostitutivo tra Capri e Marina Grande e lo spostamento sino alla riapertura dell’impianto della funicolare, il capolinea del servizio sostitutivo a mezzo autobus, presso lo stazionamento dell’Atc, a Marina Grande e non piu’ all’ingresso della stazione della funicolare dove era avvenuto sinora.
I pulmini del servizio sostitutivo dovranno procedere, inoltre, con circolazione a senso unico e cioè in discesa attraversare via Don Giobbe Ruocco e via Cristoforo Colombo dove si trovano bar e ristoranti e la risalita sul versante opposto lungo la provinciale Marina Grande. Nello stesso dispositivo si deroga sino a dopo le vacanze pasquali alla turnazione dei bus turistici con conducente privato che potranno circolare in queste giornate senza le limitazioni previste dall’ordinanza entrata in vigore la scorsa estate. Dopo aver ricevuto il dispositivo l’amministratore unico della funicolare Anna La Rana ha posto al sindaco alcune perplessità sull’adozione dell’ordinanza anti-traffico e tra queste in particolare lo spostamento degli utenti della funicolare allo stazionamento del servizio autobus Atc che “creerebbe confusione per la salita degli autobus della linea di San Costanzo e la linea verso Anacapri accentuando ancora di più i disagi agli utenti. Il cambiamento da lei signor sindaco predisposto attraverso l’ordinanza non è chiaro – scrive al primo cittadino l’amministratore della funicolare Anna La Rana – relativamente alla zona sbarco a Marina Grande dei passeggeri fruitori del servizio funicolare, si verificherà un notevole ingorgo, paralisi del traffico con inevitabile pregiudizio dell’ordine pubblico a cui lei tanto tiene. Le consiglierei signor sindaco – conclude Anna La Rana nella nota urgente inviata al primo cittadino – prima di rendere operativa l’ordinanza approfondire quanto detto a tutela proprio dell’ordine pubblico e della mobilità”.