Capri, troppi turisti: attese interminabili alle fermate dei bus. Sos dal Comune

41
in foto la Piazzetta di Capri

Il Consiglio comunale di Capri, nell’ultima seduta prima dell’appuntamento elettorale di giugno, ha votato a maggioranza con undici voti favorevoli, uno astenuto e uno contrario, un provvedimento di particolare importanza per la vivibilità sulle strade provinciali e comunali dell’isola dove, a causa della difficoltà e della concomitanza dei collegamenti marittimi e terrestri, si registrano momenti di caos. Problemi causati dall’overtourism che si incrocia sulle strade con la mobilità della cittadinanza che sono obbligati a prendere i pulmini della società Atc per raggiungere posti di lavoro o la propria abitazione sottoponendosi a lunghe file che si traducono nelle ore di punta in estenuanti tempi d’attesa sia alle fermate che ai capolinea. Per mettere fine a questa problematica che sta diventando endemica i cinque consiglieri della maggioranza uscente hanno proposto al Consiglio Comunale di votare un loro documento. Vi è scritto testualmente: “Vengono formulati voti alla Città Metropolitana e alla Ragione Campania per un intervento immediato che ponga termine ai disservizi provocati dalla gestione del trasporto pubblico da parte della società Atc adottando qualunque provvedimento atto a garantire un normale e adeguato svolgimento del servizio”. Il documento è stato recepito e votato dal Consiglio comunale e sarà inviato a breve agli organi competenti sovra-comunali: Città Metropolitana e Regione Campania, “affinché possano adottare provvedimenti urgenti e adeguati per porre fine ad una situazione che rischia di diventare esplosiva nella stagione estiva”.