Carceri: denunciò suo estorsore che ora chiede i domiciliari, ‘scarcerazioni disfatta Stato’ (2)

22

(Adnkronos) – “Io non ho paura che questa persona esca dal carcere – dice – tanto prima o poi uscirà e me lo vedrò accanto. Convivrò per sempre con questa paura. Ma mi sconvolge che una persona che è venuta nel mio cantiere, urlando, sbattendo porte, abbia riscontrato delle carenze cardiorespiratorie, poverino… Mi sconvolge che ci sia oggi questa semplicità, questa leggerezza nel gestire queste richieste. Posso capire che si possa fare uscire uno che ha fatto il furtarello, ma sui reati di mafia bisogna stare molto più attenti. Che messaggio si manda così?”.