Carceri, i sindacati: Rivolta in atto a Santa Maria Capua Vetere

107

Una rivolta dei detenuti, sarebbe in atto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), in questi giorni al centro di polemiche riguardanti una inchiesta su presunti pestaggi avvenuti nell’istituto di pena lo scorso 6 aprile. Secondo quanto si apprende da fonti sindacali la rivolta è scoppiata nel reparto Danubio. Ieri, nell’infermeria dell’istituto sei agenti sono stati aggrediti da detenuti extracomunitari.

Nel reparto del carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) dove è in corso la rivolta sono ristretti alcune decine detenuti cosiddetti “problematici”, extracomunitari ed altri soggetti che in passato si sono resi protagonisti di episodi di intemperanza. All’esterno dell’istituto di pena sono arrivate le forze dell’ordine, tra cui la Polizia di Stato. “Uno dei due detenuti che la scorsa notte si sono resi protagonisti dell’aggressione a sei poliziotti della Penitenziaria – dice Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp, in un video postato su Youtube – ha colpito ancora: ha aggredito un altro agente che è stato soccorso con un’ambulanza. I poliziotti sono da soli ad affrontare queste emergenze e il ministro Bonafede è completamente assente”.