Cardarelli, denuncia dell’associazione Il NoDo: La Regione cancella la terapia del dolore

172
In foto l'ospedale Cardarelli

“La Regione Campania cancella il primo centro dell’Italia del Centro-Sud di terapia del dolore e restano inascoltati gli appelli di famiglie e associazioni”. Così l’associazione Il NoDo commenta la decisione della Regione, contenuta nel nuovo piano ospedaliero, di eliminare il reparto di terapia del dolore dell’ospedale Cardarelli di Napoli. “La Regione – denuncia l’associazione – dimentica il reparto di terapia del dolore del Cardarelli malgrado le tante promesse e le dichiarazioni di voler rimediare a una distrazione creando un danno alle migliaia di pazienti che usufruiscono di questo reparto per cercare di vivere con serenità il loro ultimo percorso di vita”. L’associazione riferisce che sono state 9mila le firme raccolte in una petizione inviata al governatore De Luca “per evitare la chiusura dello storico reparto di terapia del dolore e cure palliative”. L’associazione comunica inoltre di aver chiesto l’applicazione del decreto 93 che stabilisce “il mantenimento dei posti letto nelle aziende ospedaliere in cui erano già attivati, ma – aggiunge – siamo stati completamente inascoltati”. I dati riferiti dicono che negli ultimi cinque anni sono stati oltre 15mila i pazienti seguiti presso il reparto di terapia del dolore e cure palliative. “Diciamo No al dolore – concludono – e No a questo provvedimento scellerato che mortifica tutti gli operatori del Cardarelli arrecando un danno alla collettività”. Il NoDo comunica che “a breve” partirà una nuova raccolta firme e partiranno azioni di protesta a tutela dei malati.