Caro bollette, attivisti dei Centri sociali occupano la sede Enel di Napoli

34

Alcune decine di esponenti dei “Centri sociali” hanno occupato simbolicamente stamattina la sede dell’Enel di Napoli, in via De Gasperi . La protesta – informano i manifestanti – è “contro gli ennesimi aumenti in arrivo per le bollette di luce e gas che questa volta hanno una dimensione- monstre, con rincari stimati del 30% per le bollette elettriche e del 15% per quelle del gas”. “Gli attuali interventi di calmierazione del governo – affermano i protagonisti della protesta .- si dimostrano del tutto inadeguati , anche alla speculazione finanziaria e al tentativo delle grandi aziende produttrici e distributrici di energia di scaricare sugli utenti i “carbon credits, le compensazioni ecologiche dovute alla loro attivitaà inquinante e ad un modello energetico che sta distruggendo il pianeta anche perché è colpevolmente ancora legato ai combustibili fossili”. “Assemblee ed incontri contro un carovita che rischia di essere insostenibile”, sono annunciati.