Caro carburante, Schlein attacca governo: “Usa benzinai come capro espiatorio”

37

(Adnkronos) – “Perché” il governo non combatte “per far pagare le tasse sugli extraprofitti, invece, di prendersela con i benzinai? Sbagliano mira come sempre”. Così Elly Schlein, candidata alla segreteria del Pd, ospite di Piazza Pulita su La 7. “Del dibattito sulle accise, che non è l’unica promessa che Giorgia Meloni arrivando al governo scopre di non poter mantenere, mi sorprende che si usino i benzinai come capro espiatorio senza però dire una parola sugli extraprofitti che le grandi società energetiche hanno maturato in questi anni con il caro energia”. 

VOTO ONLINE – Sul voto online “non abbiamo litigato, abbiamo definito le regole e non abbiamo mai smesso di essere il parlamento a fare le nostre battaglie contro questo governo. Ieri, è durata anche brevemente, la direzione per definire le regole, ma è una questione politica, che riguarda quale partito vogliamo essere: un partito inclusivo che non ha paura della partecipazione”. 

MIGRANTI – Sulla questione migranti “serve chiarezza e fare scelte in una direzione coraggiosa”. “Il nuovo Pd che vogliamo costruire non firmerebbe mai il memorandum con la Libia, né avrebbe perso l’occasione di abolire la Bossi-Fini. Bisogna ricucire con quei mondi con cui si è creata una frattura. Oggi abbiamo la possibilità di cambiare”. 

SALARIO MINIMO – “La nostra proposta sul salario minimo, depositata in Parlamento, è a 9,50 euro” dice Schlein. “Tutte le opposizioni lo hanno fatto e invito quindi tutte le opposizioni a fare insieme questa battaglia”. “Renzi ha fatto scelte politiche sbagliate che hanno allontanato molti di noi dal Pd” e “ha fatto le sue scelte e ha lasciato macerie dopo aver fatto errori su lavoro, migrazione, sblocca Italia. Ma oggi è una fase diversa, abbiamo perso tutti le elezioni e credo che tutte le opposizioni dovrebbero cercare battaglie comuni da fare in Parlamento”.