Caro-case, giovani Gb rinunciano a figli

38

(ANSA) – LONDRA, 15 MAR – Affitti d’oro e case fuori portata per le giovani famiglie in gran parte del Regno Unito. E’ l’altra faccia del boom del mercato immobiliare che arricchisce il Pil della Gran Bretagna secondo un’inchiesta/denuncia che occupa oggi piu’ di mezza prima pagina sul Guardian.
    Incrociando i dati della media regionale degli stipendi di ventenni e trentenni che lavorano a tempo pieno e quelli del costo sul mercato privato di un appartamento con due stanze da letto, il giornale – in una ricerca capillare condotta su base nazionale con l’associazione Generation Rent – ha scoperto che nei due terzi del Paese le giovani coppie dovrebbero spendere troppo del loro reddito solo per l’affitto di un tetto a misura di famiglia. E che quindi in genere – si legge – non si possono permettere neppure un figlio.
    Una situazione che non riguarda soltanto l’esosa Londra, ma anche citta’ come Edimburgo, Birmingham o Bristol e l’intera Inghilterra sud-orientale.
   

(ANSA) – LONDRA, 15 MAR – Affitti d’oro e case fuori portata per le giovani famiglie in gran parte del Regno Unito. E’ l’altra faccia del boom del mercato immobiliare che arricchisce il Pil della Gran Bretagna secondo un’inchiesta/denuncia che occupa oggi piu’ di mezza prima pagina sul Guardian.
    Incrociando i dati della media regionale degli stipendi di ventenni e trentenni che lavorano a tempo pieno e quelli del costo sul mercato privato di un appartamento con due stanze da letto, il giornale – in una ricerca capillare condotta su base nazionale con l’associazione Generation Rent – ha scoperto che nei due terzi del Paese le giovani coppie dovrebbero spendere troppo del loro reddito solo per l’affitto di un tetto a misura di famiglia. E che quindi in genere – si legge – non si possono permettere neppure un figlio.
    Una situazione che non riguarda soltanto l’esosa Londra, ma anche citta’ come Edimburgo, Birmingham o Bristol e l’intera Inghilterra sud-orientale.