Carpisa, al via il progetto Second Life: sconti ai clienti che fino al 6 ottobre portano nei negozi borse e zaini usati

301

Carpisa inaugura la stagione autunnale con un’altra iniziativa all’insegna della sostenibilità e della circolarità: The Second Life. Il progetto, si legge in una nota aziendale, rientra “nel percorso verso la sostenibilità che il brand ha intrapreso ormai da alcuni anni e che interessa diversi ambiti aziendali. In questo caso particolare, quello del prodotto. Dal 16 settembre al 6 ottobre, i clienti potranno portare in tutti gli store Carpisa borse e zaini usati, di qualsiasi materiale e qualsiasi brand, per dare loro una nuova vita. I prodotti raccolti saranno consegnati, grazie alla collaborazione del partner LOGECO, all’azienda partner Le Zirre di Napoli che provvederà al recupero degli stessi per realizzare nuovi prodotti da rimettere in vendita. Il cliente che porterà in negozio la sua borsa usata riceverà uno sconto pari di 10 euro sulle nuove collezioni (scontrino minimo 50 euro)”.
Il progetto, prosegue il cominicato, sarà a ridotte emissioni di CO2 grazie alla collaborazione con AzzeroCO2, società specializzata per la sostenibilità e l’energia fondata da Legambiente e Kyoto Club e che offre soluzioni personalizzate ad enti pubblici, aziende e privati per ridurre il proprio impatto sull’ambiente e creare benessere condiviso. AzzeroCO2 si occuperà, infatti, di quantificare le emissioni di gas serra, associate ai trasporti e allo smaltimento delle borse. Tali emissioni verranno, in seguito, compensate attraverso l’acquisto dei crediti di emissione generati da un progetto di compensazione in Italia.
L’amore e il rispetto per la natura guidano il brand dagli esordi, Carpisa è da anni impegnata nella realizzazione di progetti concreti che puntano a coinvolgere i propri clienti in prima persona, proiettandoli in una nuova dimensione fatta di scelte consapevoli ed informate.