Carpisa compie 20 anni. Gianluigi Cimmino: Li celebreremo nel segno dell’innovazione e dell’inclusività

114

Carpisa compie 20 anni. Gianluigi Cimmino: Li celebreremo nel segno dell’innovazione e dell’inclusivitàCarpisa è pronta per celebrare il suo ventesimo anniversario: “20 anni di visioni, creatività ed innovazione, 20 anni dedicati allo sviluppo di prodotti desiderabili, altamente tecnici, funzionali e allo stesso tempo inclusivi ed accessibili a tutti” si legge in una nota diffusa dalla società. “Fin dal principio – continua il comunicato – l’impegno del brand è stato quello di soddisfare le esigenze di un ampio pubblico, offrendo una vasta gamma di prodotti per molteplici occasioni d’uso come il tempo libero, l’ufficio, gli spostamenti quotidiani e le occasioni speciali”. Proprio per sottolineare l’inclusività e la trasversalità del brand, Carpisa ha scelto per la campagna di comunicazione pensata per l’anniversario, “Carpisa 20 anni, per tutti’, delle persone comuni eterogenee per età, background, etnia e genere. I protagonisti della campagna indossano borse da donna e da uomo, valigie ed accessori, pensati in questa nuova decade anche in ottica sostenibile, green oriented. Carpisa infatti guarda al futuro, rinnovando attraverso questo anniversario, oltre al proprio impegno verso i propri consumatori anche quello verso l’ambiente, continuando a creare prodotti appetibili ma anche realizzati con materiali sempre più innovativi e moderni, riciclati ed ecologici.
“L’innovazione di prodotto e l’inclusività – spiega Gianluigi Cimmino, Ceo di Pianoforte Holding – sono da sempre due delle direttrici di sviluppo del mondo Carpisa. All’inizio il nostro core business era principalmente caratterizzato dal prodotto borse e accessori donna. Negli anni ci siamo evoluti e rinnovati, perfezionando le funzionalità e la tecnologia dei nostri prodotti per assecondare sia le esigenze di spostamento urbano che quelle legate alla dimensione del viaggio, arrivando così a raggiungere anche il consumatore maschile. Le nostre collezioni sono così diventate, anche grazie alla loro accessibilità, proprio per TUTTI”.