Carrà: Baudo, ‘dolore atroce, se n’è andata l’ultima grande vera soubrette’

29

Roma, 5 lug. (Adnkronos) – “Sono immensamente scosso. E’ stata un’artista eccezionale, un’autodidatta straordinaria, io la conosco dagli inizi della sua carriera. Io non sono riuscito mai a fare un programma con lei, era l’unico rimprovero che le facevo sempre, è il mio grandissimo rimpianto”. E’ un Pippo Baudo estremamente scosso quello che, a caldo, commenta con l’Adnkronos la scomparsa improvvisa di Raffaella Carrà. “Aveva studiato ballo, era diventata anche una grande ballerina -ricorda Pippo a ruota libera, trattenendo le lacrime- Quando fece coppia con Mina, c’era un’asimmetria notevole tra le due, perché Mina è più alta di lei, eppure lei annullava questa asimmetria. E poi, è una delle poche soubrette italiane, forse l’unica, che ha avuto successo nei paesi ispanici”.