Carte con iban: tra le più richieste del momento c’è la prepagata Hype Next

71

In questo momento storico avere a disposizione un sistema di pagamento elettronico è vantaggioso per tante ragioni differenti: si pensi, ad esempio, alla comodità di potersi muovere senza contanti, ma anche alle tante possibilità gestionali legate ai conti di nuova generazione. Per non parlare poi dei bonus e degli incentivi, pensati sia dai privati che dallo Stati. Si pensi, in tal senso, al Cashback lanciato dal governo Conte: un’iniziativa che permetteva di recuperare il 10% di praticamente tutte le spese effettuate presso negozio fisico con una carta di credito, una carta di debito o una carta prepagata.

Insomma, i motivi per passare a una carta con IBAN sono molteplici e dunque non sorprende che i cittadini si stiano muovendo in massa verso le realtà più interessanti e convenienti del mercato. È il caso di Hype, una società dell’istituto di credito Banca Sella, che ha scommesso proprio su una gestione più smart del denaro, proponendo delle carte prepagate innovative come la Hype Next. Per avere maggiori informazioni, è possibile consultare la guida alla carta Hype Next presente sul portale Carteconiban.it, che spiega in maniera dettagliata le caratteristiche e le funzionalità di questo strumento di pagamento.

Quali sono le carte con iban
La dicitura “carta con IBAN” fa riferimento a tanti diversi sistemi di pagamento elettronico, che si aggancino a un conto corrente dotato di IBAN, L’acronimo IBAN sa per “International Bank Account Number” (ovvero “Numero di Account di Banca Internazionale”) ed è un codice unico che serve a identificare in maniera univoca e inequivocabile un determinato conto corrente assieme al suo intestatario. In Italia il codice IBAN è composto da un totale di 27 caratteri alfanumerici, ma la cifra è variabile: si consideri infatti che in alcuni paesi il numero sale fino a 34 caratteri alfanumerici.

La dicitura “carta con IBAN” non va dunque confusa con la terminologia generalmente usata per classificare le diverse carte di pagamento elettronico. È infatti possibile che un IBAN venga associato tanto a una carta di credito quanto a una carta di debito. A ciò si aggiungano casi come quello di Hype Next, una carta prepagata che viene collegata a un conto corrente nonostante possa venire ricaricata all’occorrenza e senza impegno. 

La nuova carta Hype Next
Carta Hype Next è un’evoluzione della carta Hype Plus, considerato che raccoglie i principali vantaggi della sua “antenata”, aggiungendo però tante altre funzionalità. Questa carta prepagata si aggancia al circuito Mastercard ed offre la stragrande maggioranza dei servizi tipici di una carta di credito/debito: con Hype Next infatti è possibile versare bonifici in totale autonomia e senza commissioni o costi aggiunti.

La carta inoltre presenta un plafond annuale illimitato, consente di risparmiare il 50% sul tasso di cambio ed è addirittura dotata di una polizza furto sia sui prelievi ATM che sugli acquisti online. Il tutto a fronte di un pagamento di soltanto 2,90 euro al mese: un canone che rende Hype Next una delle soluzioni più competitive di tutto il mercato, considerando il suo straordinario rapporto tra qualità e prezzo. 

Tutto a portata di mano
Ultimo, ma non ultimo, carta Hype Next consente di scaricare gratuitamente un’applicazione mobile che garantirà un controllo pressoché totale delle proprie finanze. Tramite la app, ottimizzata per un uso da smartphone, l’utente può infatti osservare tutte le proprie operazioni, muovere denaro, ma non solo: può anche osservare dei report preparati da Hype e può addirittura richiedere l’addebitamento automatico di spese periodiche, come per esempio una bollate o un canone d’affitto.

Anche da questo punto di vista dunque, Hype Next si rivela assolutamente al livello dei servizi generalmente offerti da una carta di credito/debito. Servizi che però sono disponibili a un prezzo incredibilmente vantaggioso.