Casa, cresce l’età media degli acquirenti: a Napoli boom di acquisti nella fascia 35-44 anni

49

Dal 2012 al 2017 l’età media di chi acquista un’abitazione è in crescita: aumentano, infatti, le percentuali di acquirenti nelle fasce di età superiori a 45 anni. Questo è compatibile con l’andamento del mercato immobiliare degli ultimi anni, che ha visto una maggiore difficoltà di accesso al credito soprattutto tra i più giovani, spesso a causa dell’instabilità lavorativa, ma anche dei nuovi comportamenti che li vedono sempre più preferire la locazione dell’abitazione alla proprietà della stessa. L’aumento nelle fasce di età più elevate è spiegabile anche con un ritorno all’acquisto della casa ad uso investimento e della casa vacanza. A livello italiano la percentuale più alta di acquirenti si concentra nella fascia tra 35 e 44 anni. A dirlo l’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa che ha ristretto l’analisi a Milano, Roma e Napoli. Milano mostra percentuali abbastanza in linea con il dato italiano anche se nella fascia di età compresa tra 18 e 34 anni ha una concentrazione leggermente più elevata rispetto al dato nazionale (32,8% contro 27,4%). Osservando le singole macroaree di Milano emerge che la percentuale di acquirenti tra 18 e 34 anni prevale sempre, ad eccezione delle macroaree Centro e Fiera-San Siro dove prevale la fascia tra 35 e 44 anni.
A Roma, invece, la percentuale più elevata di acquirenti si concentra nella fascia di età compresa tra 35 e 44 anni, molto probabilmente, a causa anche dei prezzi medi delle case più elevati. Nella capitale, rispetto a Milano, si evidenzia una distribuzione per fasce di età più uniforme. Osservando le singole macroaree di Roma si nota che la percentuale di acquirenti tra 35 e 44 anni prevale sempre ad eccezione delle macroaree del Centro e di Policlinico-Pietralata. Anche a Napoli è la fascia tra 35 e 44 anni a concentrare il maggior numero di acquirenti con una percentuale però leggermente inferiore rispetto al dato nazionale (28,3% contro 29%). A Napoli le fasce di età superiori a 45 anni concentrano percentuali più elevate rispetto a quanto risulta a livello nazionale e nelle città di Milano e Roma. Risultato, questo, che spiega anche quanto emerso in un’altra analisi Tecnocasa in cui il capoluogo partenopeo registra, tra tutte le grandi città, la percentuale più elevata di acquisti ad suo investimento. Osservando le singole macroaree di Napoli è emerso che la percentuale di acquirenti tra 35 e 44 anni prevale sempre salvo nelle macroaree di Collina e Centro direzionale.