Casa, prezzi in calo in Italia, i 10 quartieri dove sono scesi di più: il centro storico di Napoli guida la classifica

96
(foto da Imagoeconomica)

Negli ultimi due anni, complice anche la pandemia, il mercato immobiliare ha vissuto di forti alti e bassi come la maggior parte dei settori economici. L’Ufficio Studi del portale idealista ha osservato il comportamento dei valori immobiliari nei quartieri dei principali capoluoghi italiani stilando una classifica di quelli che hanno segnato le percentuali di calo maggiori rispetto ai prezzi dell’anno scorso. La graduatoria dei quartieri ‘al ribasso’ è guidata da Mercato-Pendino, nella zona del centro storico di Napoli, dove il calo dei prezzi è stato del 42%. A seguire Milano, con Lodovico Il Moro, nel periferico quartiere della Barona, conta un meno 30%, seguita da Perugia con Montelaguardia-Ponte Rio, dove lo ‘sconto’ si è attestato al 27,2% rispetto a 12 mesi fa. Il rally dei ribassi dei prezzi delle case ci porta a Palermo, quartiere Palazzo Reale-Albergaria dove il calo è al 23,6%, appena qualche decimo di punto percentuale in più di Forlanini, a Milano, dove il decremento è stato invece del 22 ,4%. A seguire due quartieri di Roma, Fonte Ostiense-Laurentino-Acquacetosa e Galeria, rispettivamente con percentuali di ribasso nell’ordine del 22,4% e del 21,8%. Il ranking si chiude con Materdei (-20,4%) a Napoli, che precede il centrale quartiere San Pietro di Reggio Emilia (-20,1%) e Mezzomonreale-Villatasca, a Palermo (-20%). I prezzi al metro quadro vanno dai 2.455 euro al metro quadro del quartiere milanese di Ludovico il Moro ai 925 euro di Montelaguardia-Ponte Rio, a Perugia dove i prezzi sono decisamente più popolari. Nel resto dei quartieri del ranking i prezzi non superano i 2mila euro al metro quadro eccetto che in Forlanini (2.355 euro/mq), a Milano, e nel quartiere capitolino di Fonte Ostiense-Laurentino-Acquacetosa (2.344 euro/mq).