Case di pregio, cresce la domanda. Bene il Vomero, frena Posillipo

98

Cresce la richiesta per gli immobili di pregio, con preferenza per quelli da ristrutturare. E’ quanto emerge dal rapporto sul mercato degli immobili seguito da Santandrea Luxury Houses nel I semestre 2015, secondo cui ci sarebbe stato un aumento sul fronte della domanda grazie anche alla presenza sul mercato di valide soluzioni in termini di rapporto qualità/prezzo. A livello generale, il mercato residenziale nel primo semestre del 2015 è stato contrassegnato da una crescita in termini di transazioni: +3% a confronto con lo stesso periodo del 2014 e +8,2% se si considera solo il dato del 2° trimestre (dati dell’Agenzia del Territorio). Per quanto riguarda lo stato degli immobili, a Roma e a Napoli, si conferma una prevalenza di richieste per le soluzioni da ristrutturare, in modo da personalizzare maggiormente la futura abitazione a fronte di un costo iniziale inferiore. In particolare, la presenza di un’ampia terrazza con vista si conferma l’elemento più richiesto dai potenziali acquirenti alla ricerca di soluzioni di pregio. Nelle altre città prevale invece una domanda per immobili già ristrutturati, mentre nel caso invece di soluzioni nuove, in tutte le realtà considerate, vengono premiate quelle in classe A, che rispondono a requisiti di efficienza e risparmio energetico. A Napoli si prevede una stabilità in termini di domanda e compravendite; in particolare si segnalano buone performance per il Vomero, grazie alla presenza di buone occasioni mentre meno dinamico Posillipo, a fonte di prezzi richiesti ancora elevati e di un’offerta che a livello dimensionale non soddisfa sempre le esigenze della domanda. Napoli ha visto una maggiore richiesta appartamenti da ristrutturare, con metrature intorno ai 130-160mq. Le zone più richieste sono quelle di Chiaia – Crispi – Poerio e il Vomero. In questo caso la richiesta prevalente è per soluzioni dotate di box e terrazza. Per i potenziali acquirenti è molto importante il contesto circostante che, qualora presenti elementi di degrado, contribuisce in modo determinante al mancato appeal di un immobile. A Napoli, nell’ambito delle zone top, vediamo ancora in testa Chiaia, in particolare via Crispi e via Poerio, seguita da Posillipo, in un contesto di compravendite stabili. Maggiore dinamismo per il Vomero, caratterizzato da quotazioni mediamente più contenute, con un trend positivo anche in termini di compravendite.

 Leggi il rapporto