Case, in Campania mercato residenziale in ripresa: + 2,7%

59

Il mercato immobiliare residenziale campano prosegue nel percorso di ripresa e dall’analisi dei primi due mesi del 2016 arrivano i primi segnali positivi per l’anno in corso. Questo quanto emerge dai dati divulgati dall’Agenzia delle Entrate (OMI) in merito alle compravendite nell’anno 2015 e dalla rilevazione di Casa.it sui primi due mesi del 2016. Il 2015, come riportato dall’Agenzia delle Entrate, si è dunque archiviato con il segno positivo: le compravendite di abitazioni in Campania sono state 27.666 (+5,6% rispetto al 2014), e analizzando i singoli comuni capoluogo vediamo che a Salerno sono aumentate del 18%, a Napoli del 6,6% e a Caserta del 6,3%. Pressoché stabili ad Avellino (+0,3%) mentre l’unica eccezione risulta Benevento, dove si è registrata una flessione del 2,6%. Trend positivo confermato anche dalla rilevazione effettuata dall’Osservatorio di Casa.it (www.casa.it) anche per i primi due mesi del 2016. A febbraio 2016, rispetto allo scorso anno, la domanda di abitazioni nella regione è cresciuta del 2,7% e l’incremento coinvolge tutte le città. In particolare, le più “dinamiche” risultano Salerno (+3,9%) e Napoli (+3,3%). Seguono Avellino (+2,3%), Caserta (+2,2%) e Benevento (+1,9%). Sul fronte dei prezzi degli immobili residenziali in offerta sul mercato in Campania, nei primi due mesi, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si registra a livello regionale una contrazione dello 0,8%, dato che ricalca il trend nazionale. Prezzi in calo in quasi tutte le principali città, con Napoli (-3,6%) e Salerno (-3%) in testa alla classifica. Calo più contenuto a Caserta (-0,9%) e Avellino (-0,7%). Una eccezione Benevento, dove i prezzi sono cresciuti del 4,5%. Sempre in Campania, il prezzo medio di un’abitazione oggi sul mercato è di circa 2.060 euro/mq e il budget medio a disposizione per l’acquisto è di quasi 208 mila euro. Salerno (2.700 /mq) e Napoli (2.650 /mq) sono le città più care mentre Benevento (1.400 /mq) la più economica. Nelle altre città, a Caserta il costo è di 1.960 /mq e ad Avellino di 1.600 /mq. “Il 2015 è stato un anno positivo per il mercato immobiliare e in particolare per quello residenziale – afferma Alessandro Ghisolfi, Responsabile del Centro Studi Casa.it -. E il 2016 sembra partito con il piede giusto. Dalle nostre rilevazioni effettuate sui primi due mesi dell’anno, la domanda è aumentata in tutti i capoluoghi di provincia. Da un anno a questa parte la domanda è in crescita costante e sembra non arrestarsi. Questo è un indice importante che fa capire come il ritorno di interesse sul mattone sia concreto e non riguardi poche realtà urbane ma un numero sempre maggiore di città.”.