Caserta, contabilità di enti e Pmi. Revisione legale: si volta pagina

67

Le tante novità introdotte in materia di contabilità pubblica trasformano il ruolo dei revisori: ecco perché è necessario fare chiarezza”. Lo spiega Pietro Raucci, presidente dell’Ordine dei commercialisti di Caserta, alla vigilia di un imporante incontro che porterà in Terra di Lavoro l’importante tema della revisione legale in ambito pubblico e privato e delle relative novità legislative. In particolare, quelle contenute nei decreti 118/2011 e 126/2014 sulla contabilità degli enti pubblici. Particolare attenzione sarà prestata, nell’evento in calendario lunedì 14 e martedì 15 settembre, alla revisione legale nelle Pmi, dal momento che il territorio che ospita il meeting voluto dal Consiglio nazionale dei commercialisti e dalla Fondazione nazionale di categoria ospita un tessuto imprenditoriale fatto soprattutto di piccole e medie imprese.Pietro RaucciApprofondiremo il ruolo dei Revisori nel percorso di armonizzazione contabile che esalta la figura del Commercialista, da sempre abituato a leggere ed analizzare i bilanci in termini economici-patrimoniali – spiega Raucci -. Il Convegno sarà anche l’occasione per rappresentare le attività svolte dal Consiglio Nazionale nell’implementazione dei nuovi principi di revisione internazionali Isa Italia che si applicano a decorrere dalle revisioni dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1° gennaio 2015. È inoltre motivo di soddisfazione presentare il lavoro svolto dai colleghi Giovanni Gerado Parente e Raffaele Marcello, iscritti all’Ordine di Caserta, quali consiglieri nazionali con delega proprio nelle aree della revisione e dei principi contabili degli Enti pubblici e delle Società private. Siamo felici di ospitare un evento di alto profilo su tematiche che esaltano il ruolo e il contributo della nostra categoria sempre più impegnata per affermare e rafforzare i principi della legalità, correttezza e trasparenza nella gestione tanto delle imprese private quanto delle Pa”. Presenti al meeting casertano, Gerardo Longobardi, a capo dei commercialisti italiani, e Giorgio Sganga, presidente della Fondazione nazionale dei commercialisti.Raffaele MarcelloÈ un appuntamento che replica il tavolo di coordinamento promosso dal Mef dove tutti gli attori del sistema – Mef, Consiglio nazionale dei commercialisti, Assirevi e Consob – stanno lavorando non solo sui regolamenti alla luce della direttiva comunitaria sulla revisione, ma anche sui profili applicativi dei principi Isa Italia”, precisa Raffaele Marcello. “Il tema può considerarsi una specializzazione dei commercialisti già a partire dal protocollo stipulato nel 2010 con il Ministero dell’Interno. Attraverso i lavori delle attuali commissioni del Consiglio nazionale puntiamo a dare un vademecum su come comportarsi e agire nell’ambito della revisione pubblica”, sottolinea Parente.