Caserta, il Tar Campania boccia il bilancio consuntivo

94

La prima sezione del Tar della Campania, presidente Salvatore Veneziano, ha accolto il ricorso dei tre consiglieri comunali di “Speranza per Caserta” e ha annullato l’approvazione del bilancio consuntivo 2016 da parte del Comune di Caserta. Il documento contabile, la cui approvazione deve avvenire entro 31 luglio dell’anno seguente pena lo scioglimento del Consiglio, era arrivato stato approvato dall’aula, dopo due sedute deserte, il 31 maggio scorso, ma il 29 luglio i tre consiglieri di opposizione si erano rivolti alla magistratura amministrativa perche’ i documenti relativi al bilancio erano stati messi a disposizione dei consiglieri solo a ridosso delle sedute calendarizzate dell’Aula e non , come prevede la legge, 20 giorni prima dell’incardinamento della discussione. 
Il Tar ha ritenuto “sussistente il mancato rispetto dei termini sanciti dalla normativa”. Per il sindaco di Caserta, Carlo Marino, non c’e’ “nessun problema. A breve ci sara’ la convocazione di un altro consiglio comunale e l’approvazione del bilancio”. “La decisione del Tar Campania sull’annullamento della delibera consiliare che ha approvato il bilancio consuntivo non avra’ particolari conseguenze – ribadisce in uan nota – gia’ domani si riunira’ la conferenza dei capigruppo e si scegliera’ una data per convocare il Consiglio Comunale, che approvera’ di nuovo il bilancio consuntivo”. “Alla base della sentenza del Tar – sottolinea il sindaco – c’e’ solo un vizio formale e non certo sostanziale. Il documento contabile passera’ in occasione della prossima assise. In ogni caso, oltre ad approvare di nuovo il bilancio consuntivo in occasione del prossimo Consiglio, ricorreremo al Consiglio di Stato contro la decisione assunta oggi dal Tar Campania”.