Caso Bagnoli, Lettieri: de Magistris prima fomenta i violenti, poi ne prende le distanze

60

Ieri c’era da fare una scelta precisa, schierarsi con chi viene a portare sviluppo e occupazione e chi, invece, fomenta odio e violenza. De Magistris ha scelto questi ultimi, tanto che due assessori hanno partecipato alle manifestazioni“. Lo ha detto il candidato Sindaco Gianni Lettieri intervenendo a Mattina 9, il programma in onda sull’emittente Canale 9 dal lunedì al venerdì a partire dalle 11.30. “Il Sindaco – ha continuato – utilizza questi ragazzi per i suoi scopi e li fomenta. Non puoi dire “Respingeremo Renzi” e poi condannare gli episodi di violenza“.

Il candidato Sindaco ha poi parlato di Bagnoli: “Il commissario c’è perché de Magistris è riuscito a far fallire Bagnolifutura, dirottando altrove i fondi vincolati, e il Governo non si fida di questa amministrazione. Ci sarà anche stato un ritardo nella nomina, ma non vedo perché aggiungere ritardi ulteriori. Se il piano su Bagnoli non ti piace, vai alla cabina di regia, partecipi e spieghi cosa non ti convince“. Sulle prossime comunali: “Sono l’unico candidato che porta soluzioni – ha continuato Lettieri – De Magistris fomenta odio, il Pd litiga al suo interno, Brambilla tifa Juventus… Io ho avanzato una serie di proposte valide e nel caso diventassi Sindaco raccoglierei le istanze di ogni singola municipalità“. In conclusione, la prima delibera in caso di elezione “riguarderà la trasparenza e la legalità nell’amministrazione comunale: per cinque anni – ha concluso – le decisioni sono state prese in una stanza chiusa dal “clan de Magistris”. Non rispettano le regole e fanno appalti senza gara“.