Caso Dazn, il Corecom chiede verifiche all’Autorità Garante per le Comunicazioni

55

“Ho chiesto l’intervento dell’Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per fare luce sulla qualità e sulle modalità del servizio offerto da ‘Dazn’, la piattaforma digitale di proprietà della ‘Perform Group’, per la trasmissione esclusivamente in streaming del 30% delle partite dei campionati di calcio di serie A e B”. Lo ha dichiarato Domenico Falco, presidente del Corecom Campania.
“Sono numerose le proteste dei cittadini della Campania in merito ai disservizi arrecati all’utenza che, è bene ricordare, è stata costretta a sottoscrivere un secondo abbonamento per poter seguire il campionato di calcio italiano. Anche Federconsumatori Campania, presieduta da Rosario Stornaiuolo, ha chiesto l’intervento del Corecom dopo aver ricevute le continue e ripetute lamentele per il pessimo servizio fornito da ‘Dazn’. Ritengo sia improcrastinabile – ha aggiunto il presidente del Corecom Campania – adottare decisioni immediate su questo tema per salvaguardare i consumatori. Poi, sarà importante fare chiarezza anche sulle campagne pubblicitarie realizzate da ‘Sky Italia’ e ‘Perform Group’ – ha concluso Falco – per verificare che non ci siano state pratiche commerciali scorrette con pubblicità ingannevole”.