Caso Loreto Mare, ispezione di Nas e Ministero

63

Sono arrivati questa mattina alle 11 al Loreto Mare gli ispettori del Ministero della Salute e i Nas dei carabinieri. Come annunciato dal ministro Beatrice Lorenzin, dovranno occuparsi dell’indagine avviata dallo stesso Ministero sul caso della morte di Antonio Scafuri, il ventitreenne di Torre del Greco (Napoli) morto la settimana scorsa nell’ospedale napoletano dove era stato portato a causa delle gravi ferite riportate in un incidente stradale avvenuto la sera del 16 agosto a Ercolano e dove ha atteso 4 ore prima di essere trasferito al Vecchio Pellegrini per effettuare una angiotac. A darne notizia è il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli, il primo a fare emergere il caso portando alla ribalta una denuncia scritta dal responsabile del pronto soccorso del Loreto Mare: ”Ora è il momento di aspettare l’esito delle indagini aperte dalla direzione generale dell’Asl, dalla direzione sanitaria dell’ospedale e dalla Procura della Repubblica, oltre che quelle degli ispettori e dei Carabinieri” dice Borrelli, che è componente della commissione Sanità del consiglio regionale della Campania e che questa mattina si trovava nel nosocomio al momento dell’arrivo di Nas ed ispettori ministeriali. ”Quei risultati, insieme a quelli dell’autopsia – prosegue Borrelli – daranno un quadro più chiaro di quel che è successo quella maledetta notte in cui è morto un giovane e, finalmente, sapremo se quella vita poteva essere salvata o se è stato ucciso da comportamenti irresponsabili o, peggio ancora, colpevoli”.