Caso Lsu, sindacati alla Regione: Subito segnali di impegni concreto

50

“La Regione Campania continua a rinchiudersi in un assordante silenzio e a nascondersi dietro chissà quale imperscrutabile progetto per i lavoratori socialmente utili. Di una sola cosa siamo certi: non c’è più tempo da perdere per costruire una risposta concreta alle attese di circa 4mila lavoratori e delle loro famiglie”. Così in una nota congiunta Cgil, Cisl e Uil Campania. ​”​Dopo essere riusciti faticosamente a incardinare la vertenza presso la Presidenza della Giunta regionale, per rappresentarla in tutta la sua drammaticità di vera e propria ‘emergenza sociale’ per l’intero Paese – spiegano i sindacati – è da quasi 2 mesi che attendiamo di dare concretezza al discorso intrapreso circa 2 anni fa. Dopo l’ultimo incontro del 28 febbraio, infatti, nel corso del quale la Regione si era impegnata ad aggiornare il tavolo di confronto di lì a pochi giorni e a seguito del quale Cgil Cisl Uil hanno, come da intese, presentato l’ennesimo documento di analisi e proposta, nulla si è più mosso”.
I sindacati campani inoltre lamentano di aver “dovuto apprendere, ancora una volta​.​ attraverso notizie diffuse a mezzo stampa degli esiti dell’avviso pubblico per le stabilizzazioni, che pure sarebbero dovuti essere comunicati ufficialmente alle organizzazioni sindacali quale elemento necessario di discussione per provare ad individuare soluzioni utili alla vertenza”. Cgil, Cisl e Uil della Campania spiegano di aver “responsabilmente da tempo suggerito possibili soluzioni per addivenire, in tempi adeguati alle indicazioni ministeriali, al completo svuotamento del bacino Lsu e offrire, quindi, una risposta vera in termini occupazionali a queste migliaia di lavoratori, evitando di disperdere un patrimonio di competenze ed esperienze che la Campania non può certo permettersi di dilapidare. Il tempo è ormai scaduto: Cgil, Cisl e Uil chiedono un impegno serio e responsabile da parte della Giunta regionale, che passa inevitabilmente attraverso una interlocuzione vera, puntuale ed affidabile ed impegni condivisi da tramutare immediatamente in azioni tangibili”, concludono Cgil, Cisl e Uil Campania.