Caso Orlandi, Calenda accusa il Vaticano: Sa più di quello che dice. Giusta una Commissione d’inchiesta

134
in foto Carlo Calenda

“Io non solo condivido questa iniziativa, la porterò al Senato, credo che una Commissione di inchiesta nel caso di Emanuela Orlandi sia giusta, c’è un grande non detto, l’evidenza da quello che è emerso è che il Vaticano sa molto di più di quello che dice, e c’è la necessità che uno stato sovrano, stato nel cui territorio è avvenuto il rapimento di Emanuela Orlandi si faccia sentire e non stia passivamente alla versione che il Vaticano dà di questa vicenda”. Lo dice il leader di Azione Carlo Calenda, in conferenza stampa alla Camera. L’Italia è sembrata “sottomessa, in soggezione” ma è “una Repubblica laica”.