Casoria, pronto il “Piano Digitalizzazione” del Comune

146
in foto Luca Brancaccio

L’assessore Luca Brancaccio, ha presentato il Piano di digitalizzazione per le nuove tecnologie che il Comune di Casoria avrà a disposizione per un piano programmatico in ambito ICT.

Il Piano rientra nelle direttive emanate dall’Agenzia per l’Italia digitale (AgID), che hanno lo scopo di favorire lo sviluppo sostenibile, etico ed inclusivo attraverso l’innovazione e la digitalizzazione al servizio della comunità e dei territori, nonché a contribuire alla diffusione di nuove tecnologie nell’ambito dei servizi pubblici. E proprio in questo ambito l’Amministrazione comunale a breve approverà il piano ICT per il triennio 2022/2024.

L’annuncio arriva dall’Ingegnere Luca Brancaccio, attuale Assessore con delega ai Lavori Pubblici, ai sistemi informativi ed alla transizione digitale.

“E’ la prima volta che il Comune di Casoria avrà a disposizione un piano programmatico in ambito ICT che si focalizzerà su tre principali tematiche”. – afferma con entusiasmo l’assessore Brancaccio.

“Centralità del cittadino quale cliente finale, uso etico e trasparente dei dati e cloud sono i temi che dovranno guidare il percorso di trasformazione digitale della città di Casoria. Allo stato, come peraltro gran parte delle amministrazioni comunali del Mezzogiorno, la città di Casoria – continua Brancaccio – è connotata da una “immaturità digitale” evidenziata ulteriormente dal processo di accelerazione relativo alla trasformazione digitale”.

Se non si agisce su queste direttrici – prosegue l’assessore- “la città di Casoria resterà indietro e questo non possiamo permettercelo anche in considerazione delle molteplici risorse stanziate, in tale ambito, nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

“Ci siamo focalizzati sulla conoscenza, seppur ancora in termini campionari e tra le molteplici criticità, dei fruitori del servizio – ha aggiunto Brancaccio – ovvero dei cittadini e sui loro ritorni di esperienza. In tal senso, il piano programmatico ICT 2022/2024 prevede una implementazione degli attuali servizi digitali offerti alla cittadinanza, ma soprattutto l’avvio in via sperimentale di nuovi”.

“L’utilizzo delle tecnologie – ha poi precisato – deve garantire la privacy e la massima sicurezza dei dati della comunità casoriana per cui nel piano triennale è prevista una maggiore implementazione di quelle pre-esistenti. In tal senso, lavoreremo alacremente per ottenere le necessarie risorse stanziate nel Fondo Complementare al PNRR, previa presentazione di appositi studi di fattibilità tecnico/economica”.

Per quanto riguarda i cloud: “La migrazione al cloud deve essere, per il comune di Casoria, il vero volano per la realizzazione di una infrastruttura agile e per l’adozione di un nuovo modello organizzativo. Il percorso è lungo ed articolato. Una sfida molto importante a cui però non possiamo sottrarci se vogliamo, nel breve/medio periodo, ottenere un livello essenziale e soddisfacente di trasformazione digitale della città di Casoria, mentre nel lungo periodo, colmare il gap di digitalizzazione con quelle comunità che sono già in una fase avanzata, fino poi a diventarne, in maniera ambiziosa, un futuro competitor”, ha concluso l’assessore comunale Luca Brancaccio.