Cassa marittima chiusa, a Torre del Greco scatta la protesta

102
 
Quasi cinque anni di attesa, tante promesse ma nessun risultato. E così gli uffici della cassa marittima di Torre del Greco (Napoli) restano chiusi e i marittimi della città vesuviana, secondo comparto italiano dopo Genova per numero di iscritti, sono costretti a recarsi a Napoli. La sede di via Cesare Battisti fu chiusa nell’agosto 2012 a causa delle carenze riscontrate dall’Asl. Sulla questione prende posizione il sindacato Fast comparto marittimi col suo segretario regionale: ”Si attende da anni una soluzione, anche in una sede diversa: a nulla sono valse le informative inviate al sindaco per ottenere risposte certe da dare ad una utenza marittima che soffre in silenzio da anni questa situazione e ne subisce le conseguenze ambientali e tecniche”.