Cassazione apre a scarcerazione di Riina: “Ha diritto a morte dignitosa”

34

Roma, 5 giu. – (AdnKronos) – La Corte di Cassazione apre alla possibilità di un differimento della pena o della concessione degli arresti domiciliari per Totò Riina, in relazione alle sue condizioni di salute. Con una sentenza depositata oggi, la Suprema corte ha accolto il ricorso presentato dai difensori del boss, annullando con rinvio la decisione del Tribunale di sorveglianza di Bologna, che aveva rigettato la richiesta. La Cassazione ritiene che si debba “affermare l’esistenza del diritto a morire dignitosamente” che “deve essere assicurato al detenuto”.